dicembre-009 di Corrado Bianchi – brevi note sull’Assemblea Generale FSFI – Sabato 12 Dicembre si è tenuta l’Assemblea Generale della FSFI, alla presenza di 141 circoli, includendo le deleghe ricevute, l’assemblea si è aperta come di consuetudine, con la relazione del Presidente Macrelli che ha puntualizzato su molti argomenti, tra di questi qui di seguito i punti di maggior interesse:
GIURATI C’è urgente necessità di formare nuovi giurati al fine di ricostituire il pool che negli ultimi anni a perso nolti validi rappresentanti. A questo scopo si dovranno programmere dei corsi di formazione e seminari e comunque incoraggiare i collezionisti esperti ad intraprendere questa attività.
ANNULLI AD INIZIATIVA Nell’anno 2009 Poste Italiane, hanno prodotto su richiesta ca. 160 annulli, sono stati veramente pochi i problemi, in generale la gestione è stata più che soddisfacente ed anche i pochi casi problematici tutti risolti brillantemente.
VOLUMI DISTRIBUITI Molti i volumi distribuiti in questi anni ai Circoli o durante le manifestazioni come a: Milano, Roma, Verona e Vasto. E’ attualmente in preparazione un nuovo volume a cura di Bruno Crevato Selvaggi.
GIOVANI L’anno 2010 sarà dedicato alla Filatelia Giovanile e per questo Macrelli auspica che i monitori che si recano nelle scuole o i Circoli riescano a individuare dei “giovani espositori” da incoraggiare ed aiutare ad esporre.
MODELLO EAS Macrelli invita i Circoli ad evitare preoccupazioni sull’argomento, perché attualmente rappresenta solo un censimento preliminare da parte dell’Agenzia delle Entrate che proseguirà probabilmente con accertamenti e/o ispezioni sono per le associazioni a forte carattere economico-commerciale, cosa sicuramente non attribuibile al nostro settore. Una cosa importante su cui prepararsi e invece che dopo la presentazione del modello EAS entro il 15.12.09 (salvo proroga ministeriale attesa) i Circoli dovranno modificare e/o aggiungere ai loro Statuti (se non già presenti) gli articoli mancanti; e comunque tutti quelli previsti dall’art.8 della Circolare, già inviata dalla FSFI a tutti i Circoli. Per questo motivo Macrelli ha già indetto una Assemblea Straordinario a MilanoFil per approvare la modifica dello statuto della Federazione ed assolvere pienamente alla circolare.
CAMPIONATO CADETTI ANNO 2010 Paolo Guglielminetti ricorda ai presenti che sono state apportate modifiche sia per quanto riguarda i Circoli che vorrebbero organizzare tale manifestazione sia le regole per gli espositori (vedasi sul sito www.fsfi.it). Al termine ad apertura delle urne ed il conteggio dei voti le felicitazioni dei presenti agli eletti.

Pubblicato il 12-12-2009
Argomento: (News) di c.manzati@virgilio.it

060 Molte le varietà di questa nuova serie ordinaria di “Posta Italiana” definitivamente ribattezzata il “Nuovo Prioritario” per il suo formato e per l’uso prevalente a cui viene dedicato. Varietà tutte di piccola entità, con variazioni ed inclusioni di colore e piccoli spostamenti di dentellatura. Quella apparsa oggi a Veronafil è invece decisamente interessante per come si è prodotta, ma di difficile presentazione attraverso un foto. Lo schizzo qui a sinistra dovrebbe aiutare nella comprensione. immaginestamparetroversa Si tratta di una stampa retroversa, ovvero di un’inversione nel montaggio del rotolo di accoppiato sulla macchina di stampa. I francobolli autoadesivi, richiedono l’uso di un accoppiato formato nello strato superiore (quello di stampa) da carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, mentre quello inferiore rappresenta il supporto siliconato per il distacco facilitato di ogni esemplare di francobollo. Orbene la varietà che abbiamo avuto il piacere di vedere e toccare con mano, mostra il francobollo una volta rimosso dal suo supporto privo di collante in quanto stampato sul lato del supporto siliconato anziché sulla carta autoadesiva che risulta invece rimanere all’interno del rettangolo lasciato libero dal francobollo. La varietà è evidente anche senza prelevare il francobollo dal supporto in quanto il dorso del francobollo (costituito dal supporto siliconato) è opaco mentre la carta autoadesiva (lato superiore dell’accoppiato nel francobollo originale) dedicata alla stampa risulta lievemente lucida. Nella varietà a differenza dell’originale il francobollo è quindi opaco. Dopo questa segnalazione la caccia è aperta, la redazione sarà felice di ricevere imformazioni su nuovi ritrovamenti; per questo è possibile lasciare un messaggio direttamente sul sito cliccando l’icona “Comments” qui in basso a sinistra.

veronafil1 La tradizionale edizione autunnale del convegno multicollezionistico di Veronafil si è aperta oggi e proseguirà domani Sabato 12 Dicembre con orario dalle 9.00 alle 18.00 e Domenica dalle 9.00 alle 13.00. Rispetto alla deludente edizione primaverile dello scorso mese di Maggio, l’afflusso di pubblico è stato decisamente maggiore, anche se l’aspettativa dei commercianti era forse di una partecipazione più cospiqua. clip_image0021Alcune defezioni e qualche stand rimasto vuoto, la percezioni anche in relazione agli scambi commerciali è comunque di una lieve ripresa; grande l’attesa per la giornata di domani, che prevede tra l’altro anche il rinnovo del Consiglio Direttivo della Federazione fra le Società Filateliche Italiane, per il prossimo triennio. Non dovrebbero esserci sorprese e la squadra indicata dal Presidente l’Ing. Piero Macrelli raccogliere un consenso quasi totale. Come per la riunione primaverile, la data scelta per l’incontro autunnale, non ha certo favorito l’afflusso del pubblico, forse maggiormente focalizzato in questi giorni agli acquisti natalizi con la famiglia. Decisamente più azzeccato il calendario 2010 che prevede la 114^ Edizione dal 21 al 23 Maggio e quella successiva dal 26 al 28 Novembre.

Pubblicato il 09-12-2009
Argomento: (News) di c.manzati@virgilio.it

bateken-pierre-savvorgnac-de-brazza-small11

clip_image002L’amico Fabio Vaccarezza ci ha segnalato l’uscita a Novembre di quest’anno del 7° volume della serie “Unusual Stamps” ovvero “Francobolli Inusuali” che tratta di un fantomatico stato africano di Bateke o Bateken che all’inizio del secolo scorso emise francobolli. Questi bogus classici sono ancora oggi rintracciabili a prezzi accessibili. La storia che sta dietro di essi è poco conosciuta ed ancora oggi ci sono dei dubbi sulla loro provenienza. L’Autore ha fatto ricerche per più di due anni per mettere insieme tutte le informazioni filateliche e non, che ruotano attorno a questo fantomatico stato del Centro Africa, dove esiste la tribù dei Bateke. clip_image0031Ecco qui a sinistra uno dei 10 francobolli emessi dall’inesistente Stato africano di Bateken con accanto il dentello di Sirmoor da cui fu preso il disegno e l’idea del turbante, che non è certamente un copricapo africano. Ma di chi è il ritratto con il turbante, nell’immagine in alto a sinistra? La ricerca fa pensare ad un famoso esploratore di fine 1800, l’esploratore francese Pierre Savorgnan de Brazza. Il volume quindi approfondisce le origini dei francobolli di Bateken e presenta alcune suggestive teorie per identificare in un noto collezionista portoghese dell’epoca, colui che li preparò e li diffuse, tentando persino di farli riconoscere dall’UPU. La lettura è gradevole e non vi sveliamo il finale!
La foto qui sopra mostra il francobollo di Bateken con a destra il dentello dello stato indiano di Sirmoor da cui fu copiato

Pubblicato il 08-12-2009
Argomento: (News) di c.manzati@virgilio.it

dsc00714Nelle giornate di sabato 5 e domenica 6 Dicembre, presso la Sede del Circolo di Bellinzona, alla presenza di un buon numero di visitatori si è tenuta la Mostra filatelica per suggellare il gemellaggio con il Circolo di Filatelico di Rho dopo l’incontro svoltosi al Maggio presso la Villa Burba di Rho. Gli espositori svizzeri ed italiani hanno presentato le loro collezioni alcune molto apprezzate dal pubblico, a cui però non è stato richiesto di votare la migliore collezione dsc00706 come avvenuto invece a Rho , ma le collezioni sono state premiate in ugual misura. Nella serata di Sabato 5, alla presenza dei consiglieri delle due associazini filateliche e dai rappresentanti della Municipalità di Bellinzona e dall’Assesore alla Cultura del Comune di Rho, Dr. Roberto Giovanatti, si è svolta la tradizionale cena di palmares durante la quale i due Presidenti del Circolo di Bellinzona, Jvo bader, e di Rho, Corrado Bianchi, hanno firmato la pergamena a suggello del gemellaggio dei 2 Circoli Filatelici. La serata si è conclusa con la premiazione degli espositori. Nelle immagini i due Presidenti Jvo Bader e Corrado Bianchi

Pubblicato il 05-12-2009
Argomento: (News) di c.manzati@virgilio.it

monacofil-003 Weekend Filatelico di Lusso questa fine settimana a Montecarlo, nella splendida cornice del Principato Di Montecarlo si è svolto uno degli eventi filatelici più importanti dell’anno. Come da tradizione del Club di Montecarlo esposte le 100 più importanti rarità nel museo postale, mentre nel vicino museo delle auto antiche erano esposte 20 collezione dei membri del Club di Montecarlo. L’Italia era rappresentata da: Barcella, Bianchi, Bizzarri, Borromeo d’Adda, Bottacchi, Imperato, Palmigiano e Vaccari. Esposte ad invito anche collezioni da 1 Quadro presentate dalle Federazioni delle Società Filateliche: Belga, Italiana, e Svizzera oltre all’Associazione Filatelica Monegasca e all’Unione Filatelica Lombarda che presentava 10 collezioni. monacofil-011 L’inaugurazione della mostra si è svolta Venerdì mattina con la presenza del Principe Alberto di Monaco, una lunga coda sin dalle prime luci dell’alba era davanti all’ingresso del convegno commerciale e del museo dove era possibile acquistare a prezzo ridotto la nuova serie divisionale 2009 del Principato di Monaco ed il valore da 2 Euro. La limitata tiratura della serie oltre al prezzo scontato per l’occasione hanno richiamato molti alla ricerca di un possibile guadagno creando una notevole ressa che ha richiesto l’intervento delle forze dell’ordine e nella tarda mattinata anche la chiusura temporanea dell’ingresso al convegno commerciale. Malumori alla fine in quanto i quantitativi disponibili non sono stati sufficienti a colmare le molte richieste. monacofil-012 Domani si chiude con una cena di Gala e le premiazioni.
Cos’è il Club di Montecarlo Istituito nel 1999 su suggerimento di Alexander Kroo al Principe Ranieri III di creare una esibizione filatelica di altissimo livello aperta solo ai maggiori filatelisti del mondo che avrebbero dovuto associarsi ad un Club Internazionale d’Elitte. Nell’anno 2000 l’Unione Filatelica Lombarda venne invitata a partecipare all’evento nell’anno del centenario della sua fondazione. Quella di quest’anno è la sesta edizione che cade nel decennale della sua istituzione.
Nella foto in alto l’ingresso del convegno commerciale; visto dall’alto nella foto di mezzo, sulla sinistra è possibile vedere la ressa al banco dell’amministrazione Monegasca. La lunga coda per accedere al Museo dei Francobolli nella foto in basso.

Pubblicato il 02-12-2009
Argomento: (News) di c.manzati@virgilio.it

Francobolli, cartoline, folder e tanto altro ancora per i cultori della comunicazione postale
Il quattro dicembre si inaugura a Trieste un nuovo spazio dedicato ai cultori e agli appassionati dei francobolli e di altri oggetti relativi alla comunicazione e al collezionismo postale. Si tratta dell’inedito “Spazio Filatelia”, una struttura realizzata sul versante di via Galatti del palazzo delle Poste centrali di Trieste, contigua al Museo Postale e Telegrafico della Mitteleuropa, a completare un’offerta di prodotti e di cultura postale che non ha eguali nel resto del Paese. Il nuovo Spazio Filatelia, primo e unico in regione, si presenta con un’ampia e luminosa sala dedicata al pubblico, arredata con mobili in stile dove in bella mostra sono stati sistemati tanti prodotti filatelici. Oltre a una stanza utile alla consultazione, sono state predisposti tre sportelli. Tutti gli ambienti risultano dotati di moderne strutture di sicurezza e monitorati con telecamere. All’interno del nuovo spazio la clientela può richiedere francobolli, cartoline, buste primo giorno di emissione, bollettini illustrati. E ancora libri e pubblicazioni di francobolli, tessere, cartoline e album filatelici. Per i cultori della filatelia è presente anche un’ampia scelta di folder, ovvero delle cartelline sontuosamente curate sotto il profilo della grafica, che contengono diversi pezzi postali dedicati a soggetti artistici, culturali, storici e geografici, sportivi e sociali. Il nuovo Spazio Filatelia triestino di Poste Italiane è il quinto della serie a essere aperto nell’intero Bel Paese. Gli altri sono stati attivati a Roma, Milano, Napoli e Venezia. Contiguo al Museo Postale e Telegrafico della Mitteleuropa – l’unico museo postale italiano esistente – rappresenta un autentico valore aggiunto per la trasmissione di quella cultura della Comunicazione che continua a avere in Poste Italiane un’azienda leader.
Comunicato Stampa – Poste Italiane Spa

Pubblicato il 29-11-2009
Argomento: (News) di c.manzati@virgilio.it

nadir Nadir Castagneri e Gianfranco Schialvino grazie alla Società Operaia di Mutuo Soccorso, che quest’anno ha compiuto i 140° anno dall’avvio del suo statuto, hanno realizzato un bel libro che ripercorre attraverso le immagini di cartoline d’epoca raccolte con grande pazienza. il racconto della storia della Società Operaia che si è intrecciata nell’ultimo secolo e mezzo, con la storia di questa bella cittadina della Val Soana, adagiata ai piedi del Gran Paradiso. Il libro di 165 pagine, uscito dalla stamperia il 4 Novembre u.s. è stato presentato ufficialmente dagli autori Sabato 14 Novembre u.s. durante la settimana per i festeggiamenti ufficiali per la Società Operaia di Mutuo Soccorso, che hanno avuto il suo momento più alto, Domenica 15 Novembre con la presenza: del Presidente della Regione Piemonte, Mercedes Bresso, di Antonio Saitta, Presidente della Provincia di Torino e dal Sindaco di Pont Canavese, Marco Balagna. Il libro è stato stampato in proprio, chi fosse interessato all’acquisto (Prezzo di vendita al pubblico 24,00 Euro) può contattare l’autore e nostro associato da lunga data:
Nadir Castagneri Via Soana 26, 10085 Pont Canavese-TO Telefono 012485242

Pubblicato il 27-11-2009
Argomento: (News) di c.manzati@virgilio.it

gruppovincentiComunicatp FSFI Nel 2010 si terrà la XIV edizione del Campionato italiano di filatelia serie cadetti, dopo l’interruzione del 2009 dovuta alla concomitanza con l’esposizione internazionale “Italia 2009″. Dopo il grande successo della XIII edizione svoltasi nel 2008 (oltre 100 partecipanti), la manifestazione del prossimo anno vuole confermarsi come il principale evento espositivo rivolto alle società federate ed ai collezionisti esordienti o che comunque non hanno ancora raggiunto i massimi livelli di punteggio. Il regolamento che reggerà il XIV Campionato conferma in gran parte le regole delle ultime edizioni, con alcune novità di rilievo basate sull’esperienza delle edizioni precedenti: le specialità, sulla base della quale verranno formulate le graduatorie finali del campionato (titolo di Campione d’Italia), hanno assunto nuove denominazioni, per meglio distinguerle dalle usuali classi espositive FIP:

“Francobolli & C.” comprendente in linea di massima le collezioni di filatelia tradizionale, filatelia fiscale, nonché le collezioni di interofilia non impostate con criteri storico postali, e le collezioni di maximafilia non impostate secondo criteri tematici.

“La posta” comprendente in linea di massima le collezioni di storia postale, aerofilatelia, astro filatelia, e le collezioni di interofilia impostate con criteri storico postali.

“Le storie” comprendente in linea di massima le collezioni di filatelia tematica e maximafilia impostate con criteri tematici.

“Giovani“ comprendente le collezioni di filatelia giovanile.

“Minicollezioni” comprendente tutte le collezioni da 12 fogli (1 quadro) indipendentemente dalla classe FIP di appartenenza.

I raggruppamenti tra le specialità e le classi FIP sopra indicati sono delle linee guida non automatiche (in particolare nel caso delle prime tre specialità). Il collezionista dovrà indicare la specialità che meglio rispecchia il modo in cui la collezione è impostata. I collezionisti dovranno inoltre segnalare nella domanda di partecipazione anche la classe FIP di appartenza della loro collezione, in quanto la determinazione del punteggio di ciascuna collezione avverrà sulla base del regolamento FIP della specifica classe di appartenenza. Nel comporre le giurie delle semifinali e della finale, si terrà conto per quanto possibile delle classi FIP di appartenenza delle collezioni iscritte. Qualora non sia possibile la presenza di un giurato delle classi FIP con meno partecipanti, le fotocopie delle relative collezioni saranno comunque trasmesse prima della semifinale ad un giurato della classe per un parere. Sono stati introdotti incentivi per incrementare le iscrizioni al Campionato, stimolando concretamente delegati e società organizzatrici delle semifinali affinché incoraggino e favoriscano la partecipazione, attraverso l’istituzione dei seguenti titoli:

“Delegato regionale dell’anno” al delegato regionale nel cui territorio di competenza ci sarà la massima partecipazione dei circoli in termini percentuali;

“Società organizzatrice dell’anno” al società federata organizzatrice della semifinale con il maggior numero di collezioni partecipanti.

Inoltre, tutte le società federate partecipanti alle semifinali con almeno una squadra di 4 collezionisti diversi riceveranno inoltre volumi di filatelia per la loro biblioteca. La Federazione sta già lavorando per l’individuazione delle sedi delle 4 semifinali in diverse aree del paese. La scelta dei luoghi di svolgimento delle semifinali verrà fatta in considerazione della distribuzione geografiche delle società federate e dei partecipanti nelle passate edizioni, nonché naturalmente della disponibilità delle società federate organizzatrici.
Luoghi e date verrano resi noti appena possibile. Ulteriori dettagli saranno resi disponibili su questo sito e soprattutto sul sito dedicato cadetti.fsfi.it. Per maggiori informazioni potete contattare il Delegato manifestazioni e giurie, Paolo Guglielminetti (pgugli@yahoo.com).

simontasso Il volume Simone Tasso e le Poste dello Stato di Milano durante il Rinascimento ha vinto un’altra medaglia d’oro. Questa volta a Chicago allo Sheraton Hotel in occasione della prestigiosa mostra filatelica annuale Chicagopex (20-22 Novembre). Lo scorso Agosto il volume di Giorgio Migliavacca e Tarcisio Bottani aveva vinto una medaglia d’oro allo Stampshow dell American Philatelic Society a Pittsburgh – il maggior evento filatelico dell’anno negli USA. Poi, a fine Ottobre, a Roma, al festival mondiale della filatelia, Italia 2009, l’Unione della Stampa Filatelica Italiana (USFI) aveva presentato il suo maggior riconoscimento, il Premio Apollonio, al volume su Simone Tasso pubblicato lo scorso anno dal Museo dei Tasso di Camerata Cornello. Chicagopex e’ organizzata annualmente dalla Chicago Philatelic Society fondata nel 1886. La mostra e’ tra le piu’ importanti negli USA ed attrae espositori non solo americani ma anche da tutto il mondo.
Comunicato Stampa