Pubblicato il 30-12-2010
Argomento: (News) di info@cifo.eu

p_lettere11

L’aumento in alcuni casi molto significativo, come nel caso del primo porto per la zona 2 (Africa/America) che passa da 85 centesimi a ben 1,60 Euro è in vigore da oggi 30 Dicembre 2010. Qui di seguito una tabella riassuntiva delle nuove tariffe che sono già state aggiornate sul sito delle poste www posteitaliane.it


L’immagine qui sopra è tratta dal sito di Poste Italiane

Scaglioni di peso Zona 1 Zona 2 Zona 3 (Formato normalizzato)
fino a 20 grammi 0,75 1,60 2,00

Scaglioni di peso Zona 1 Zona 2 Zona 3 (Formato compatto)
fino a 50 grammi 2,40 3,30 4,00
50 – 100 grammi 3,00 4,00 5,00
101 -250 grammi 4,50 7,00 8,00
251 -350 grammi 5,50 8,50 12,00

Scaglioni di peso Zona 1 Zona 2 Zona 3 (Formato voluminoso)
fino a 350 grammi 7,00 10,00 15,00
351-1000 grammi 9,00 14,00 20,00
da 1Kg a 2Kg 15,00 25,00 30,00

Pubblicato il 30-12-2010
Argomento: (News) di info@cifo.eu

assicurata_1115_versomanzati_1115_rectomanzati_1115_versoNon tutti i collezionisti sono a conoscenza che il servizio postale dal periodo prefilatelico sino al 1947 funzionava anche a Capodanno.
In questa giornata l’ufficio postale non solo bollava le lettere ordinarie, ma poteva anche accettate Raccomandate ed Assicurate. L’immagine qui a lato si riferisce ad un assicurata per lire 2.000 accettata il 1.1.1917 dall’Ufficio Postale di Petritoli, piccolo centro della provincia di Ascoli Piceno, arrivata a San Gemini il 3.1.1917 e quella successiva ad una lettera inbucata il 1.1.1915 spedita da Pisa alle ore 10 ed affrancata con un 15 cent. Michetti, in cui il mittente indicò sul retro “La presente, seguendo il corso normale, dovrebbe essere consegnata con la prima distribuzione, mattina, del due gennaio 1915″, la lettera venne infatti recapitata a Teramo alle ore 9 del 2 gennaio 1915 e si può supporre che sia stata consegnata nella stessa giornata. Sicuramente erano altri tempi, provate ora ad immaginare di inviare domani lo stesso tipo di corrispondenza, questa sarà consegnata se si è fortunati dopo l’epifania. Fortunatamente la comunicazione urgente oggi, viaggia dematerializzate via etere tramite l’inoltro di SMS ed eMail: purtroppo l’uso di PC e SmartPhone se da non lato rende la comunicazione molto più rapida che in passato; praticamente istantanea, questi messaggi non sopperiscono al piacere di ricevere una lettera scritta che si può accarezzare ed in tempi lontani anche odorare. di Roberto Cruciani

Pubblicato il 28-12-2010
Argomento: (News) di info@cifo.eu

mm-fotoDal vocabolario della lingua italiana” Devoto-Oli: parere 1 s.m. Giudizio o atteggiamento motivato da una interpretazione o da un criterio di valutazione strettamente personale e soggettivo (i nostri p. sono concordi, discordi; cambiare, mutare p.; restare del proprio p.; esprimere un p.; vorrei sentire il tuo p.), più o meno autorevole e accettabile secondo il prestigio di cui gode il soggetto che lo esprime (il p. dei più insigni giuristi; secondo il mio modesto p.) e quindi, talvolta, ritenuto superfluo o addirittura sgradito (nessuno ha chiesto il tuo p.!) In diritto: p. obbligatorio, atto che deve essere necessariamente richiesto alla competente autorità per completare un procedimento (sentito il p. della commissione competente); p. facoltativo, atto che può essere richiesto o meno, a discrezione di un soggetto od organo; p. vincolante, atto reso dalla competente autorità, il cui contenuto deve essere applicato e rispettato dal ricevente.

E’ d’uso che i certificati peritali filatelici contengano la dicitura a mio parere; si tratta di una consuetudine radicata negli anni che ha generato non poche polemiche. I periti infatti vengono accusati, usando tale dicitura, di volersi tutelare da eventuali errori o imprecisioni. Ma fino a che punto la presenza o meno della scritta a mio parere può influire sulla responsabilità del perito nel momento in cui compila un certificato? Il Devoto-Oli in proposito è chiaro: parere= ….giudizio o atteggiamento motivato da una interpretazione o da un criterio di valutazione strettamente personale e soggettivo, più o meno autorevole e accettabile secondo il prestigio di cui gode il soggetto che lo esprime con questo introducendo una graduatoria di importanza nel giudizio che dipende dall’autorevolezza del soggetto che l’ha espresso. Sembra proprio il nostro caso e non viene giustamente precisato che la dichiarazione venga o meno preceduta dalla dicitura “a mio parere”essendo insito nell’atto che viene compilato il fatto che venga espresso un parere, parere che prevede anche tutta quella serie di qualità del certificatore che vanno dalla prudenza alla perizia e alla diligenza, non escludendo naturalmente con ciò il possibile errore umano, che però non deve presentare caratteristiche di colpa. Sottolineando però anche il fatto che qualsiasi asserzione deriva da conoscenze nel campo specifico che, oltre che rendere possibile la compilazione di un parere, lo rendono anche comunque impegnativo e responsabile. Come vedete ritornano in queste considerazioni sempre le stesse parole: responsabilità, impegno, perizia, diligenza, conoscenza, tutte qualità che rendono bene l’importanza delle dichiarazioni sottoscritte in un certificato fotografico. Ogni certificato peritale è dunque impegnativo con o senza la dicitura “a mio parere” e quindi anche con la piena responsabilità, anche sotto l’aspetto legale, da parte dell’estensore del certificato stesso e con più o meno grande autorevolezza, direttamente proporzionale al prestigio di cui gode il perito che lo ha compilato. Si potrebbe, a questo punto, stabilire una graduatoria di responsabilità, appunto legata alla notorietà del perito, che, non ultimo, possa giustificare un tariffario adeguato, con conseguente però anche maggiore, giusta eventuale capacità risarcitoria in caso di errore. di Marcello Manelli, Perito Filatelico

buonnataleA tutti i frequentatori del nostro sito, ai nostri associati e più in generale a tutti gli amici della filatelia, il Comitato Direttivo del CIFO augura un meraviglioso e sereno Natale ed un 2011 ricco di di nuove scoperte filateliche.

La redazione non va in vacanza e continuerà a raggiungervi tutti con le nostre Flash News!

Pubblicato il 22-12-2010
Argomento: (News) di info@cifo.eu

cnpfineroCOMUNICATO N° 6 del 29 Novembre 2010 Il Collegio Nazionale Periti Filatelici Italiani (CNPFI) dipartimento autonomo del Collegio Periti Italiani (CPI) lo scorso 27 Novembre, durante il convegno di Verona, ha convocato l’assemblea generale dei periti filatelici e successivamente l’assemblea elettiva per definire il comitato esecutivo che rimarrà in carica per il triennio 2011/2013. All’assemblea generale sono intervenuti oltre agli iscritti del CNPFI anche alcuni esponenti del mondo commerciale e del mondo peritale che hanno proposto e dibattuto congiuntamente e costruttivamente alcuni temi di interesse comune. Alcune proposte sono state recepite favorevolmente e saranno oggetto di futuri approfondimenti come ad esempio l’emissione di un certificato di garanzia collegiale da riservare solo a determinati esemplari importanti e l’elaborazione di una copertura assicurativa dell’attività peritale. Successivamente è stata nuovamente affrontata la complessa fase organizzativa del Congresso Nazionale dei Periti Filatelici che si terrà il 14/15 Maggio 2011 a Salsomaggiore Terme. Dalle elezioni, il 1° comitato esecutivo del Collegio Nazionale Periti Filatelici Italiani è risultato il seguente:
• Coordinatore Nazionale: Franco Moscadelli
• Vice Coordinatore Nazionale: Giorgio Bifani
• Consigliere Soci Fondatori: Corrado Giusti
• Consigliere Soci Ordinari – Periti: Gaetano Buonocore
• Consigliere Soci Ordinari – Esperti: Antonio Marte
• Responsabile del collegamento con la Presidenza del CPI: Virgilio Terrachini


Il Coordinatore Nazionale del CNPFI Franco Moscadelli

cartolina_kosovo_abetecartolina_kosovo_decane















E’ con piacere che ho accolto l’invito che mi ha rivolto il nostro socio Ruben Berta (nella foto in basso seduto al centro dei ragazzi in festa) attualmente in Missione di Pace in Kosovo che con l’aiuto dei suoi colleghi e degli addetti dell’Ufficio Postale di Belo Polje hanno promosso una lodevole iniziativa di solidarietà che vi invito a sottoscrivere. Ringrazio anticipatamente tutti quanto la promuoveranno o più semplicemente si faranno carico di circolare la notizia.
Claudio Ernesto Manzati -Presidenza CIFO.

Cari Amici del CIFO, vi scrivo per farvi partecipi di una mia iniziativa di solidarietà che dalla nostra Missione di Pace in Kosovo ho avviato con l’aiuto dei colleghi in missione, in favore dei bambini orfani dall’ultima guerra per l’indipendenza del Kosovo nel lontano 1999. Abbiamo realizzato le cartoline qui sopra, la cui vendita andrà devoluta (tolte le spese di stampa) all’orfanotrofio della Caritas Umbra di Klina. Le cartoline sono a tiratura limitata, ci farebbe piacere se poteste inoltrare questa notizia a tutti i vostri conoscenti, ma più in generale sottoscrivere l’iniziativa. E’ sufficiente inoltrare al mio indirizzo email: ruben.berta@fastwebnet.it quale delle due cartoline (Albero di Natale o Chiesa) o entrambi vorreste ricevere, vi verranno inviateragazzi all’indirizzo che indicherete. Non abbiamo stabilito un prezzo, lasciamo piuttosto alla vostra sensibilità di effettuare un’offerta libera. Il contributo potrà essere versato effettuando una ricarica alla postepay: 4023 6004 3236 2244 intestata a Berta Ruben, scadenza gennaio 2011. Vi segnalo che sono disponibili per l’affrancatura il francobollo del Natale 2009 o quello dei Granatieri di Sardegna sempre del 2009, indicateci nell’email la vostra preferenza, nel caso ne abbiate una; in caso contrario useremo quello disponibile. Grazie per la vostra generosità. Ruben Berta – Belo Polje, 19 Dicembre 2010.

Pubblicato il 19-12-2010
Argomento: (News) di c.manzati@virgilio.it

macrellilogofsfi
COMUNICATO DELLA FEDERAZIONE SOCIETA’ FILATELICHE ITALIANE




L’attività dell’Osservatorio, dopo la pausa estiva, è ripresa a pieno ritmo: la prima cosa che abbiamo fatto è stato controllare la situazione relativa agli undici venditori che avevamo segnalato al Nucleo Carabinieri TPC di Firenze e quanto abbiamo rilevato è confortante: quattro venditori hanno cessato l’attività, almeno con lo stesso nickname, mentre gli altri hanno quasi del tutto ripulito le loro vendite di materiale falso, spesso presentato come tappabuchi, ristampa, riproduzione, reprint o altri termini simili. Questo fa presumere che l’attività del Nucleo TPC abbia conseguito risultati di rilievo, di cui siamo in attesa di conoscere i dettagli, che di norma sono resi noti, a tempo debito, con comunicati o conferenze stampa. L’obiettivo è far sparire dalle vendite, sia cartacee sia in rete, tutto il materiale falso che circola in grande quantità: questo è diventato possibile dopo che la legge “Giovanardi” ha fatto diventare reato, punibile con la reclusione e forti ammende la contraffazione o alterazione, l’acquisto, detenzione e messa in circolazione di francobolli non solo in corso, ma che hanno avuto corso legale, emessi sia dallo Stato italiano sia da Stati esteri. Gli operatori dell’Osservatorio, il cui acronimo OFF è singolarmente significativo, stanno controllando le vendite filateliche in rete, sia dei grandi siti di vendita che i siti individuali di vendite filateliche: se sono presenti solo alcuni lotti di materiale falso, il venditore viene informato sulle leggi vigenti, mentre se i lotti sono numerosi parte la segnalazione al Nucleo TPC a cui competono gli adempimenti del caso, consistenti nel sequestro del materiale e denuncia del venditore all’Autorità giudiziaria. Siamo fiduciosi che in breve tempo riusciremo a far sparire dal mercato filatelico se non tutta sicuramente grandissima parte di questo materiale che sta inquinando in modo preoccupante le vendite filateliche.Ing Piero Macrelli Presidente FSFI

Pubblicato il 15-12-2010
Argomento: (News) di c.manzati@virgilio.it

cartolinanonfluorescentebustanonfluorescenteIl socio S. Rossitto di Avola (SR) ci segnala il ritrovamento di alcuni esemplari sia della Cartolina Postale (emessa il 7 Luglio 2009) che anche della Busta Postale affrancata della serie ordinaria di Posta Italiana emessa quest’ultima il 1° Settembre u.s. , mancanti della riquadro fluorescente di sicurezza. Il ritrovamento casuale di alcune buste preaffrancate “Non Fluorescenti” ha mosso il nostro attento socio a rivedere tra la sua accumulazione se il fenomeno fosse anche riscontrabile sulla Cartolina Postale emessa lo scorso anno, ritrovando anche tra queste alcuni esemplari privi del fondo fluorescente di sicurezza, che ricordiamo non è visibile ad occhi nudo. Nelle immagini qui a lato presentiamo un dettaglio dei due interi postali (in alto la Cartolina Postale ed in basso la Busta Preaffrancata) fotografati sotto una lampada di Wood dove è possibile apprezzare la differenza tra l’oggetto “Non Fluorescete” a destra e quello normale “Fluorescente” a sinistra. Ringrazziamo il socio che ha voluto condividere il trovamento e rimandiamo a nostri associati e frequentatori del nostro sito la disponibilità a fornirci ulteriori informazioni a riguardo, in particolare sulla numerosità degli oggetti non fluorescenti in loro mano rispetto a quelli normali. Queste informazioni saranno rese diponibili a tutti i collezionisti per definire un valore venale di mercato degli oggetti “Non Fluorescenti” ma sopratutto per evitare la consapevolzza della rarità o meno di questi oggetti.

img00302-20101211-1517img00308-20101211-1520filateliachepassioneTra gli obiettivi istituzionali del Club Italiano della Filatelia d’Oro che sta per compiere il giro di boa del suo primo anno di vita; a fianco dell’emissione di Pareri ed Inviti ai principali attori del mondo filatelico Italiana vi è anche la promozione della Filatelia. Durante la manifestazione filatelica Spotorno 2010 che si è svolta nell’ultimo fine settimana, ha avuto luogo il secondo evento promozionale dopo quello di Martinengo (BG) del 2 Giugno u.s.. Oltre 70 i presenti all’incontro nella sala delle conferenze (vedasi foto a lato) adiacente alla mostra. Emanuele Gabbini, Presidente del sodalizio, ha aperto i lavori, spiegando le motivazioni che sono alla base del collezionismo filatelico, è passato poi ad illustrare i manifesti promozionali che tappezzavano letteralmente la sala, riproducenti collezioni da un quadro (di filatelia tradizionale, storia postale, tematica, filatelia fiscale, aerofilatelia, astrofilatelia, maximafilia, e mail art), tutti vincitori di una Medaglia d’Oro a competizioni Nazionali ed Internazionali. Alla conversazione introduttiva è seguito un’intervento del Consigliere del Club, Giorgio Khouzam che ha raccontato alcuni gustosi aneddoti della sua vita filatelica A tutti i presenti, è stata distribuita al termine gratuitamente una copia della pubblicazione di 64 pagine a colori “…Filatelia che passione…”, realizzata dal Club in diecimila copie, che contiene una quindicina di articoli non specialistici ed accattivanti, secondo quanto dichiarato da Gabbini, scritti da diversi specialisti sui vari aspetti della filatelia”. Il volumetto (foto della copertina in alto) inviato a tutti gli associati e simpatizzanti del Club, sarà distribuito in futuro a tutti i partecipanti degli incontri promozionali che il Club ha in programma di svolgere lungo tutta la penisola nel corso del prossimo anno. Un’iniziativa di promozione assolutamente unica nel suo genere che si affianca alla promozione televisa che Marco Occhipinti (Webmaster del Club) in chiusura dell’incontro ha ricordato, a riguardo della sua partecipazioni alla trasmissione Geo&Geo.

La redazione non può che congratularsi per la serie d’iniziative promozionali della filatelia, che il neonato Club è riuscito a realizzare in così breve tempo, ed augurarle un 2011 ancora maggiormente ricco d’iniziative innovative come quelle messe in essere nel suo primo anno d’attività. Grazie CFO!

Pubblicato il 12-12-2010
Argomento: (News) di c.manzati@virgilio.it

spotorno2010La prima esposizione nazionale di collezioni da UQ si è svolta nel fine settimana a Spotorno in un clima quasi primaverile. Ben 62 le collezioni da UQ in gara sia in Qualificazione che a Concorso, ha prevalso su tutti Antonio Ferrario con “Il servizio “d’emergenza” della Compagnia Fraissinet (1860-1861) con 92 punti OG, conquistando il Gran Premio della Manifestazione. Nel Trofeo Liguria abbinato alla mostra hanno prevalso in Filatelia Tradizionale Giorgio Rocchi, in Filatelia Tematica Claudio Magro ed in Storia Postale Luciano Maria. Vincitore del Trofeo Liguria a squadre il Club Filatelico Numismatico Savonese. La manifestazione organizzata come di consueto con grande cura, ha visto la partecipazione del Sindaco e dell’Assessore al Turismo di Spotorno, numerose le presenze giunte sin dalla Sardegna per poter partecipare anche alla conferenza organizzata dal Club della Filatelia d’Oro Italiana nel pomeriggio di Sabato. Al podio delle presentazioni si sono alternati il Presidente del CFO Emanuele Gabbini che ha presentato ufficialmente e distribuito ai numerosi presenti il volume di promozione alla filatelia dal titolo “Filatelia che passione”, il Consigliere Giorgio Khouzam che ha raccontato alcuni aneddoti di vita filatelica e Marco Occhipinti, Webmaster dell’associazione che ha raccontato la sua esperienza televisiva nell’abito della trasmissione Geo&Geo. E’ stata evidenziata l’importanza di questa promozione per la filatelia considerata la presenza di ca. 3 milioni di telespettatori alla trasmissione con uno share del 25% nella fascia oraria dalla 18.00 alle 19.00. Ricordiamo che la presenza di Marco nell’ambito della trasmissione, è alle 18.00 ca. il Martedì ogni due settimane, proseguirà sino alla fine di Maggio p.v., la prossima presenza è prevista per il 11 Gennaio.

Scarica qui di seguito il file pdf con i risultati completi.

(1) Comment    Leggi tutto