31122012ultimogiornovt
Gelukkige Nuwejaar
Gëzuar Vitin e Ri
سنة سعيدة
Yeni iliniz mübarək
Selamat tahun baru
Urte berri on
sretna nova godina
Щастлива Нова година
Feliç any nou
Mabungahong Bag-ong Tuig kaninyong tanan
šťastný nový rok Gelukkig Nieuwjaar
Head uut aastat
سال نو مبارک
Manigong Bagong Taon
Bonne Année
Bliadhna mhath ur
Frohes Neues Jahr
Καλή χρονιά
સાલ મુબારક
שָׁנָה טוֹבָה
नये साल की हार्दिक शुभकामनायें
Boldog Új Évet
Athbhliain faoi mhaise dhuit
Felice anno nuovo
あけましておめでとうございます
새해 복 많이 받으세요
Is Sena it -Tajba
新年快乐
Kia hari te tau hou
Szczęśliwego Nowego Roku
Feliz Ano Novo
Allin wata kachun qanpaq
La Mulți Ani
С Новым Годом
Feliz Año Nuevo
สวัสดีปีใหม่
Mutlu yıllar
نايا سال مبارک
blwyddyn newydd dda

Pubblicato il 28-12-2012
Argomento: (News) di info@cifo.eu

vagliaassfronteretroQuesta volta il nostro amico e socio di lungo corso, Salvatore Ventura di Torino, ha fatto centro. Il suo fiuto a ritrovare interessanti affrancature e rare varietà ha funzionato. Vi è mai capitato di trovare un vaglia postale inviato per Posta Assicurata? Se non lo avevate mai visto prima, potete almeno rifarvi gli occhi con queste immagini. Si tratta di un vaglia spedito a coprire lo stipendio di un dipendente PPTT il 31-10-86, a quei tempi lo stipendio si ritirava sul posto di lavoro e, non essendo presente, il dipendente lo ha ricevuto via vaglia postale. Lo stipendio di 349.500 lire è stato detratto delle spese del vaglia (100 lire) dell’assicurata (3.050 lire) e del vaglia sino a 500.000 lire (4.300 lire). Il vaglia è stato spedito dall’Ufficio Postale di Borgaro (TO) ed è arrivato a Torino in Corso Racconigi 8 il 6-11 successivo.
di Luciano Nicola Cipriani

tariffario2013 Informatissimo e puntuale come sempre Fabio Bonacina attraverso le colonne di Vaccarinews ha segnalato già alla vigilia di Natale; oggi riportato anche dai telegiornali, il regalo di Natale che Poste Italiane hanno voluto fare italiani, ovvero l’aumento delle tariffe postali che scatteranno a far data dal 1° Gennaio p.v. Gli aumenti colpiscono in particolare le tariffe di largo uso, ovvero quello dei primi porti sia interni che per l’estero. Alcuni esempi, il primo porto per l’interno, per la lettera di dimensioni standard (tipo americano) entro i venti grammi, passa da 60 a 70 centesimi, mentre per l’estero zona 1 (Europa e bacino del mediterraneo) da 75 ad 85 centesimi. Ricordiamo che l’ultimo aumento per la lettera semplice per l’interno, da 45 cent a 60 cent era avvenuto il 20 maggio 2006 quando fu abolita la posta ordinaria essendo considerata di fatto tutta la posta distribuita sul territorio “Prioritaria”, anche se l’applicazione pratica da parte di Poste Italiane venne in concreto avviata dal 1° Giugno 2006. La raccomandata per l’interno, sempre del 1° porto con dimensioni piccole standard, ferma dal 1° luglio 2009 passa da 3,30 € a 3,60 €. Queste nuove tariffe richiederanno sicuramente l’emissione di alcuni nuovi francobolli ordinari per assolvere all’affrancature della posta di grande uso (primi porti) possiamo ipotizzare nuovi valori da 70 cent, 85 cent, 1,90 € e 3,60 € della serie di Posta Italiana, più difficile che vengano emessi valori da 1,90 € e 3,60 € della degli Alti Valori Siracusana cifre. Per chi volesse testimoniare l’ultima data delle vecchie tariffe può farlo sino a lunedì 31 Dicembre p.v., ma attenzione molti uffici postali potrebbero avere un orario ridotto o essere chiusi.

Scarica qui il pdf completo delle nuove tariffe postali

(1) Comment    Leggi tutto   
Pubblicato il 26-12-2012
Argomento: (News) di info@cifo.eu

siracusana70odontometroL’amico e socio di lungo corso, Salvatore Ventura di Torino, noto per il suo fiuto a ritrovare interessanti affrancature e rare varietà, ci ha inviato questo 70 lire siracusana su un frammento insieme ad un 15 lire michelangiolesca (immagine in alto). Il 70 lire siracusana presenta la doppia dentellatura che attraversa il francobollo a mo’ di croce. Questi francobolli sono stati perforati 14×14¼ a blocco. Come è visibile dall’immagine, ho sovrapposto l’odontometro 14×14¼ e si possono notare alcune cose interessanti:

1° - le due perforazioni non sono ortogonali, cosa che invece un perforatore a blocco l’ha per costruzione.

2° - nell’immagine si nota che è assente il foro in alto che dovrebbe approfondire l’incavo di quello naturale del francobollo

3° - i primi tre fori in alto hanno una minore distanza rispetto a quelli subito sottostanti, come mostra la non coincidenza di questi fori con l’odontometro. La coincidenza invece è perfetta per la dentellatura verticale del francobollo. Mi sembra che queste tre considerazioni siano sufficienti per inserire questa varietà nella categoria “falsificazioni”. Peccato questa volta la varietà non è tale. di Luciano Nicola Cipriani

Pubblicato il 24-12-2012
Argomento: (News) di info@cifo.eu

buone-feste
Il Consiglio Direttivo del CIFO, augura a tutti i suoi associati, ai visitatori del nostro sito e più in generale a tutti gli amanti dei “Francobolli Ordinari” un meraviglioso 2013 ricco di soddisfazioni personali e di nuove mirabolanti scoperte filateliche.

Cliccando sulla foto l’immagine ingrandita si animerà!

Pubblicato il 23-12-2012
Argomento: (News) di info@cifo.eu

121212ore1212
Sono bastate poche ore dalla messa in onda tramite la nostra Flash News del “CIFO Informa” della cartolina con annullo 12.12.12 ore 12 che ecco apparire un’affrancatura realizzata presso l’Ufficio Postale di Casalpusterlengo in provincia di Lodi, che supera la precedente in quanto la TP Label da 25 centesimi in aggiunta ad i tre valori di piccolo taglio: 5, 10 e 20 centesimi, della serie di Posta Italiana, reca la data del 12.12.2012 ed l’ora di produzione non tanto casuale ma sicuramente ricercato delle 12.12. Complimenti all’amico Salvatore che ha realizzato questa “perfetta” affrancatura.

Pubblicato il 22-12-2012
Argomento: (News) di info@cifo.eu

dettaglio121212ora12121212ore12La profezia dei Maya non si è avverata ieri 21.12.2012, quello che ci rimane come appassionati delle date “speciali” rimane l’annullo realizzato Mercoledì della settimana precedente, dall’amico e socio di lunga data Nadir Castagneri di Pont Canavese – TO, che quest’anno si è superato nel “provocare” l’invio di una magnifica cartolina illustrata, annullata per compiacenza dell’addetto postale che ha voluto celebrare la data insolita con un bell’annullo del 12 Dicembre 2012 ore 12. Chissa se qualche altro socio sia riuscito a superare l’amico Nadir, magari con una TP Label emessa alle ore 12.12 ? Per chi invece si sia dimenticato di “provocare” l’evento con un’inoltro in tale data, puo ancora cercare qualche inoltro aguzzando la vista sui banchetti dei convegni filatelici. Buona caccia!
Le immagini mostrano il dettaglio e la cartolina illustrata preparata da Nadir Castagneri

Pubblicato il 18-12-2012
Argomento: (News) di info@cifo.eu

pi-140cartaricongiuntafrecciacartaricongiuntawoodLe recenti notizie dei sequestri a Napoli di migliaia di fogli dei francobolli ordinari autoadesivi della serie di Poste Italiane ha rilanciato l’interesse sui falsi di questa serie che come è stato su più articoli presentati nei mesi scorsi su “Il Francobollo Incatenato” sono stati realizzati con una tecnica sopraffina tale da sfuggire anche ad un occhio attento. Vi presentiamo il ritrovamento di un foglio del valore da 1,40€ che presenta la variante carta ricongiunta avvenuta sui francobolli dalla prima alla quarta posizione da sinistra. La carta di giunzione impiegata è trasparente e misura 17,5 cm di larghezza, quindi si tratta di materiale di tipo industriale; la stranezza di questa giunzione, che è ben visibile con luce radente o tramite lampada di Wood (seconda immagine dall’alto) e che non è ortogonale al piano di avanzamento del rotolo di stampa (per la produzione in IPSZ) ma longitudinalmente, ovvero per tutti gli esemplari dalla prima alla terza posizione da sinistra e parzialmente sul quarto francobollo. Questo potrebbe indicare che i falsari provvedano alla stampa dei falsi con matrici che operano a 90° rispetto alla produzione sulle rotocalco dell’IPZS, o che la giunzione sia stata fatta eseguita dal produttore dell’accopiato e che quindi possa ritrovarsi su un numero maggiore di fogli.
Nell’immagine in alto un dettaglio del fronte ed il retro fotografato sotto lampada di Wood, dove è possibile apprezzare la presenza della carta di ricongiunzione, sul lato sinistro della striscia sino alla quarta posizione

Pubblicato il 17-12-2012
Argomento: (Domande & Risposte) di info@cifo.eu

precursoreespressourgenteQUESITO N°40
Ho visto l’articolo sull’ultimo numero de “Il Francobollo Incatenato” riferito all’uso dell’ “Espresso Urgente” , Vi invio questa mia scansione relativa , a mio parere, ad un primo tentativo d’uso dell’ Espresso Urgente. Ho pensato che gli Avvocati intendessero spedire la lettera per Espresso in maniera “Urgente”. Gradirei avere un vostro parere, vista la vostra esperienza sugli Espressi. Complimentandomi della qualità degli articoli presenti sul vs. notiziario, anticipo gli Auguri di Felici Festivita’.
Franco Scalchi – di Montebello Vicentino – VC

RISPOSTA
Si tratta di una semplice Raccomandata/Espresso affrancata correttamente per 70 c. la tariffa era per la Raccomandazione 25 c. e 25 c. anche per il servizio Espresso, mentre la lettera fino a 50 gr scontava una tariffa da 20 c. La presenza di un’indicazione di Espresso Urgente sul fronte, non ha nulla a che vedere col servizio che sarà istituito solo nel 1913, mentre la lettera fu inoltrata nel 1898. La sovrascritta rappresentava una semplice esortazione ad un’inoltro urgente, nulla di più, queste scritte si ritrovano frequentemente anche su lettere prefilateliche del 17° e 18° secolo. Nel suo insieme, rappresenta un bel documento postale, in quanto sono poco comuni gli espressi nel primo periodo dall’istituzione del servizio (1890-1900) e molto rari quelli per l’estero.
Risponde Claudio Ernesto Manzati – Giurato Nazionale Jr. di Storia Postale Moderna e Contemporanea

P1010020 (2) Si sono svolte ieri a Milano elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo nella sede dell’Associazione Italiana di Storia Postale; nel segno della continuità nasce il nuovo consiglio Direttivo che vede l’ingresso di Michele Caso che avrà il compito di creare un punto di riferimento dell’AISP a Roma e di Paolo Zavattoni; la riconferma di Corrado Bianchi, Claudio Ernesto Manzati, Mario Mentaschi, Angelo Simontacchi e Luigi Sirotti. Nell’immagine a lato Giorgio Khouzam, Presidente di seggio da lettura del verbale con i risultati qui di seguito riportati; buona l’affluenza diretta o per delega, con 90 i votanti sui ca. 150 aventi diritto al voto.

CONSIGLIO DIRETTIVO
Corrado BIANCHI
Michele CASO
Claudio Ernesto MANZATI
Mario MENTASCHI
Angelo SIMONTACCHI
Luigi SIROTTI
Paolo ZAVATTONI

REVISORI DEI CONTI
Lorenzo CARRA
Luca LAVAGNINO
Flavio PINI

PROBIVIRI
Giorgio KHOUZAM
Vito SALIERNO
Silvano SORANI

Il Consiglio Direttivo, immediatamente insediato ha poi rinominato, Presidente Angelo Simontacchi, Vice Presidente Mario Mentaschi e Segretario-Tesoriere Corrado Bianchi.