Inserito 15-12-2010
Argomento: (News) by c.manzati@virgilio.it

cartolinanonfluorescentebustanonfluorescenteIl socio S. Rossitto di Avola (SR) ci segnala il ritrovamento di alcuni esemplari sia della Cartolina Postale (emessa il 7 Luglio 2009) che anche della Busta Postale affrancata della serie ordinaria di Posta Italiana emessa quest’ultima il 1° Settembre u.s. , mancanti della riquadro fluorescente di sicurezza. Il ritrovamento casuale di alcune buste preaffrancate “Non Fluorescenti” ha mosso il nostro attento socio a rivedere tra la sua accumulazione se il fenomeno fosse anche riscontrabile sulla Cartolina Postale emessa lo scorso anno, ritrovando anche tra queste alcuni esemplari privi del fondo fluorescente di sicurezza, che ricordiamo non è visibile ad occhi nudo. Nelle immagini qui a lato presentiamo un dettaglio dei due interi postali (in alto la Cartolina Postale ed in basso la Busta Preaffrancata) fotografati sotto una lampada di Wood dove è possibile apprezzare la differenza tra l’oggetto “Non Fluorescete” a destra e quello normale “Fluorescente” a sinistra. Ringrazziamo il socio che ha voluto condividere il trovamento e rimandiamo a nostri associati e frequentatori del nostro sito la disponibilità a fornirci ulteriori informazioni a riguardo, in particolare sulla numerosità degli oggetti non fluorescenti in loro mano rispetto a quelli normali. Queste informazioni saranno rese diponibili a tutti i collezionisti per definire un valore venale di mercato degli oggetti “Non Fluorescenti” ma sopratutto per evitare la consapevolzza della rarità o meno di questi oggetti.

Commenti

Commento inviato il 18 dicembre, 2010 alle 12:37

E’ un difetto che si riscontra in fase di ristampa del riquadro fluorescente nella rotativa prima della fustellatura della busta vera e propria. La carta dei fogli è abbastanza fine, 75/85 gm2, ed alcuni passano doppi, per cui quello sopra viene stampato e quello sotto no. Si può quantificare sul 3/5% la cifra di scarto semprechè il macchinista se ne accorga e corregga lo spessimetro. Indubbia per ora una certa rarità, ma va riscontrata la diffusione del fenomeno su tutto il territorio. Saluti, Franco Moscadelli.


Commento inviato il 19 dicembre, 2010 alle 00:51

Ringrazio il Perito Franco Moscadelli, attento nostro lettore, per la precisazione come di consueto molto ben argomentata. La redazione attende di ricevere indicazioni dagli associati e non su quanti oggetti non fluorescenti sono presenti nelle loro accumulazioni, prima di sbilanciarsi sul grado di rarità di questa varietà.
Grazie ancora a Franco Moscadelli.


Invia un tuo commento

You must be logged in to post a comment.