Inserito 09-06-2011
Argomento: (News) by info@cifo.eu

150biennio
Durante il Convegno di Verona ho finalmente conosciuto di persona Giambattista Spampinato. Sono con lui in contatto da tempo e Verona è stata un’ottima occasione per la presentazione. L’appuntamento era stato definito telefonicamente, e non sapevo che aspetto potesse avere, eppure quando ad un certo punto mi sono guardato intorno ed in lontananza ho visto una persona che stava arrivando perché emergeva per altezza sulla folla che lo attorniava, mi è venuto spontaneo alzare la mano e fare cenno della mia presenza. Lui mi ha risposto immediatamente, sempre a distanza. A dire il vero lui mi aveva visto in foto a mezzo busto, ma non poteva certamente sapere la mia altezza ed altri caratteri del mio aspetto. Eppure a quella distanza ci siamo salutati come se ci si conoscesse da tempo. La cosa l’ho notata subito, ma la rivelo solo ora anche a lui che leggerà queste poche righe. Sono le cose piacevoli della vita! Veniamo a noi, qualche tempo fa avevo definito Giambattista “occhio di lince” per la sua attenzione alla scoperta di piccoli particolari ed effettivamente devo riconoscere che la vista ce l’ha veramente buona. Quella mattina a Verona mi ha fatto notare che il francobollo per il 150° dell’Unità d’Italia aveva un difetto di fustellatura, ma solo nella seconda ristampa e solo nei fogli pari in corrispondenza della posizione 14: l’ultimo della seconda fila; per gli amanti del codice a barre, quello subito sotto al loro francobollo preferito. Contemporaneamente mi fece notare che lo stesso difetto era presente anche nei francobolli di Quel Magnifico Biennio, questa volta però solo nei fogli dispari. I francobolli per il 150° sono stati stampati alla fine dello scorso anno (4,2 milioni di pezzi) e riportano le lettere HA nella sigla alfanumerica progressiva. Alla fine di marzo ne è stata fatta una ristampa per ulteriori 16 milioni. Questa ristampa ha le lettere IA, propria dei francobolli stampati durante questo anno, ed era in fase di stampa il 31 marzo scorso (giorno della nostra visita al Poligrafico dello Stato). Nel mese di marzo era stato stampato anche il francobollo “Quel Magnifico Biennio” emesso il 29 in occasione della Mostra a Montecitorio. La prima ipotesi fu che potessero esistere due fustellatori, uno singolo con cui è stata fustellata la partita del 2010 del francobollo per il 150° ed uno doppio con il difetto usato per la ristampa. Tornato a Firenze, dopo qualche giorno, ho controllato per curiosità un blocco di 10 di “Quel Magnifico Biennio” donatomi da Claudio Manzati il 31 marzo. Mi è saltato all’occhio la fine della sigla alfanumerica:”57”, diavolo, deve avere il difetto di fustellatura! Niente affatto! Allora ho intuito che il fustellatore molto probabilmente è uno solo e che si possa essere danneggiato durante la stampa di questi ultimi francobolli. La ristampa di 16 milioni di francobolli del 150° è avvenuta successivamente. Questo argomento l’ho preso al volo per parlare di ristampe e tirature nel mio prossimo articolo che uscirà sul nostro prossimo notiziario, ” Il FRìrancobollo Incatenato”. di Nicola Luciano Cipriani – Perito Filatelico

(1) Comment    Leggi tutto   

Commenti

Commento inviato il 13 dicembre, 2014 alle 11:49

[…] di stampa, si è avuta una piccola rottura del fustellatore in corrispondenza della posizione 14 (CIFO, news del 9-6-2011) causando il taglio solo parziale del terzo dente dall’alto (figura […]


Invia un tuo commento

You must be logged in to post a comment.