LuisaTodiniMilano, 19 giugno 2015 – La Presidente di Poste Italiane Luisa Todini ha visitato oggi a Milano la mostra filatelica “Oltre le dure sbarre”, allestita nello Spazio Filatelia di via Cordusio fino al 27 giugno. L’iniziativa si inserisce nel progetto formativo-culturale “Filatelia nelle carceri”, avente l’obiettivo di favorire la rieducazione e il reinserimento sociale dei detenuti, promosso da Poste Italiane con il patrocinio dei Ministeri della Giustizia e dello Sviluppo Economico, in collaborazione con la Federazione fra le Società filateliche italiane e l’Unione stampa filatelica italiana. La mostra, realizzata da un gruppo di detenuti del carcere di Opera, si propone di illustrare – con l’aiuto dei francobolli e di alcuni manufatti realizzati dagli ospiti della Casa Circondariale – diciotto poesie di grandi autori (da Leopardi a Montale). La cartolina e l’annullo speciale realizzati per l’occasione da Poste Italiane, che raffigurano rispettivamente una scena rurale con frutta e vino e una spiga di grano, rappresentano poi un omaggio al tema di Expo 2015. “I francobolli e la posta” – ha dichiarato la Presidente di Poste Italiane Luisa Todini nel corso della sua visita alla mostra – “hanno un duplice significato: il primo culturale, perché attraverso i francobolli è possibile passare in rassegna fatti, epoche e 1817costumi della nostra società; l’altro, funzionale, in quanto la posta e il francobollo costituiscono il principale strumento di comunicazione dei detenuti con il mondo esterno. La mostra ‘Oltre le dure sbarre’, organizzata nell’ambito del più ampio progetto ‘Filatelia nelle carceri’, ribadisce questo storico legame aggiungendo ora nuovi contenuti culturali e artistici. La filatelia, e più in generale il collezionismo e le attività culturali – ha concluso la Presidente Todini – possono fornire un contributo molto importante nel processo di ‘rieducazione’ che la nostra Costituzione indica chiaramente come obiettivo della pena detentiva, principio che è e resta alla base del progetto sociale “Filatelia nelle carceri” promosso da Poste Italiane”.

Nelle immagini alcuni momenti dell’incontro a cui erano presenti oltre a Luisa Todini, il Dr. Pietro La Bruna Responsabile di Filatelia, Paolo Daniele Pizzuto educatore della Casa di reclusione di Opera e Danilo Bogoni che ha cortesemente fornito le immagini.

(0) Comments    Read More   
Posted on 19-06-2015
Argomento: (News) by info@cifo.eu

111Si è conclusa, in data 15 giugno 2015, l’esposizione filatelica allestita presso l’Istituto Comprensivo Piazza De Cupis in Roma. Evento conclusivo del Progetto Filatelia e Scuola, che vede quale referente l’Insegnante di Religione Cattolica dott.ssa Djana Isufaj, l’esposizione ha ancora una volta riscosso un enorme successo di pubblico e di collezionisti, fra i quali numerosi ragazzi e ragazze ex alunni della “Primaria” anche loro, anni addietro, partecipanti al Progetto. Aperta al pubblico per più di un mese, nel suo complesso la mostra ha posto in essere l’eccellente e lusinghiero risultato ottenuto da docenti ed alunni nel programmare e gestire con dovizia di particolari le innumerevoli e diverse tematiche che hanno spaziato, dal campo della scienza a quello dell’arte, dalla religione alla letteratura, dal cinema all’ambiente. L’impegno profuso dai giovani collezionisti è stato gratificato qualche settimana prima della chiusura ufficiale attraverso una cerimonia di premiazione che ha visto tre vincitori per ogni classe. Il difficile compito di individuare i nomi dei prescelti, è stato affidato ad una commissione formata dal Delegato Regionale (Lazio) della Federazione fra le Società Filateliche Italiane Sergio Cabras, dal rappresentante dell’Associazione Filatelica e Numismatica “Alberto Diena” di Roma (AFI) Architetto Giampiero Cucini e dal Perito Filatelico ed Editore Dott. Francesco Maria Amato. Una nota di merito è infine da attribuire a Poste Italiane-Filatelia, alla Federazione fra le Società Filateliche Italiane, a Vaccari s.r.l. Filatelia – Editoriale, all’AFI, alla CIFO, all’Informazione del Collezionista, al Catalogo Specializzato, alla Philatelia Fischer e ad Amato – Editore per la sempre squisita collaborazione a sostegno delle iniziative che vedono coinvolti i giovani filatelisti e le Scuole. Francesco Maria Amato

(0) Comments    Read More   

Classifica29150612Cari amici e care amiche, siamo all’appuntamento settimanale sull’andamento delle votazioni CIFO@Net2015, come da grafico allegato. I dati si basano su 226 voti validi pervenuti a venerdì scorso 12 giugno. La classifica rimarca il primato di Djana Jsufaj seguita a ruota da Sergio Castaldo e Giuseppe Cirneco, che raggiunge il terzo posto superando Vinicio Sesso. Al prossimo news con gli aggiornamenti sabato 20 giugno pv. Buon fine settimana a tutti.
Il Coordinatore Cifo@Net2015 Sergio Mendikovic

CLASSIFICA COLLEZIONI:
I ISUFAJ DJANA
II CASTALDO SERGIO collez. 33
III CIRNECO GIUSEPPE
IV SESSO VINICIO
V FINOTTI STEFANO
VI IEMMA DOMENICO
VII VITALE GIANNI collez. 2
VIII VITALE GIANNI collez. 3
IX SISMONDO VITTORIO
X ARLENGHI CARLO
XI FLAMINIO ENRICO

(0) Comments    Read More   
Posted on 07-06-2015
Argomento: (News) by info@cifo.eu

buca
Mai così rovente è diventata la buca delle lettere ed il colore rosso è più che indicato; avvicinarsi alla Cassetta Postale vuol dire bruciarsi le mani per il costo di spedizione, uno dei più alti d’Europa e per un servizio tra i meno puntuali. E dopo il recente aumento del 1° dicembre da 70 ad 80 centesimi, il prossimo aumento “dovrebbe” essere a 95 centesimi per una lettera primo porto per l’interno.


Qualche dubbio ci era venuto, ricevendo l’ultimo aggiornamento del MISE pochi giorni fa che è possibile scaricare cliccando QUI , sull’uscita dei prossimi francobolli commemorativi. Improvvisamente tutte le nuove emissioni dal 26 luglio p.v. in avanti sono state programmate esclusivamente con valori da 95 centesimi anziché 80 centesimi (tariffa del 1° porto per l’interno). Quale la ragione? Forse che i molti visitatori stranieri di EXPO abbiamo aumentato la necessità di affrancature per la zona 1 del 1° Porto (lettere semplice e cartoline) e che quindi servano più francobolli da 95 centesimi?

Molto più semplicemente, ci è stato segnalato oggi (da fonte attendibile) che la tariffa del 1° porto per l’interno aumenterà a 95 centesimi a far data dal 1° Luglio (se guardiamo l’emissione dei nuovi valori potrebbe anche essere il 1° Agosto), naturalmente in modo proporzionale anche tutte le altre tariffe.

Come di consueto ricordo agli amici collezionisti di Storia Postale Contemporanea di non dimenticarsi di effettuare invii prima del cambio tariffario con i francobolli emessi da pochi giorni come ad esempio il commemorativo di San Filippo Neri programmato per il 22 giugno, quindi con soli 9 giorni di uso isolato per l’interno, qualora le nuove tariffe entrassero in vigore dal 1° luglio.

Nel caso di avvio il 1° agosto p.v. l’ultima emissione da 80 centesimi da seguire sarà quella del francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “il Patrimonio naturale e paesaggistico” dedicato alle Dolomiti in uscita il 25 luglio con quindi solo 7 giorni di possibile uso isolato.

(1) Comment    Read More   
Posted on 04-06-2015
Argomento: (News) by info@cifo.eu

Verona'012Il leader mondiale dei siti di vendita di oggetti di collezionismo è belga!

Belgio, 4 giugno 2015. Oggi è una giornata storica per la società Delcampe.net: l’iscrizione del milionesimo utente. Per il sito che offre una piattaforma di compravendita di oggetti di collezionismo è un enorme riconoscimento.
«Sono molto felice e orgoglioso di questo risultato. Tengo a ringraziare tutti gli utenti che hanno avuto fiducia nello Staff Delcampe.» commenta Sébastien Delcampe. Sébastien Delcampe ha fondato la società Delcampe nell’anno 2000, partendo dalla constatazione che i siti di vendita online classici non erano adatti a un pubblico di collezionisti. In 15 anni l’azienda si è molto ingrandita. Ogni giorno si uniscono al sito centinaia di nuovi iscritti provenienti dai quattro angoli del pianeta. Si svolgono migliaia di transazioni di oggetti di collezionismo di ogni tipo (francobolli, cartoline, monete, documenti antichi, libri, etc). Con sede a Tubize, Belgio, lo Staff Delcampe conta oggi più di 30 persone e il sito è disponibile in 6 lingue. «Tra il milionesimo iscritto, i 15 anni dell’azienda, il rilascio a breve di nuovi servizi e di una nuova interfaccia del sito, il 2015 è certamente un anno prolifico!» conclude il fondatore di Delcampenell’immagine in alto tra Marco Occhipinti a sinistra e Claudio Ernesto Manzati a destra.

(0) Comments    Read More   
Posted on 30-05-2015
Argomento: (News) by info@cifo.eu

01315  franc turismo bressanone

01415  franc turismo valnerina

01515  franc turismo tricarico

01615  franc turismo isola di burano

01715  franc turismo manifesto storico enit
La serie “Turistica, quest’anno emessa in 5 valori rappresentati qui a lato si sta caratterizzando come una vera e propria chimera per i collezionisti di novità ed in particolare che chi li colleziona con “codice a barre”, perché introvabile.

Quale la ragione di questo accaparramento?
Molto semplicemente per la decisione di emettere un quantitativo minimo di soli 400.000 francobolli di questa bella serie dal punto di vista grafico ed ora anche collezionistico. La serie emessa il 10 Aprile u.s. viene trattata in eBay ad 80 € la striscia bordo di foglio di destra che reca due codici a barre, contro un valore nominale di 5,60 € (7 francobolli da 80 cent/cad).

A Veronafil nello scorso weekend, era disponibili solo una decina di fogli per primi 4 valori, mentre il 5° valore ENIT non era disponibile ed è introvabile da giorni.

Dei francobolli naturalmente disponibili solo valori sciolti o delle posizioni centrali e di sinistra del foglio; facendo i conti della serva, i 4 valori di formato 48 x 40 mm sono presenti nel numero di 28 per foglio, ragione per la quale sono stati prodotti poco più di 14.000 fogli, ovvero un foglio più o meno per ogni ufficio postale e quindi sono disponibili solo due soli francobolli recanti il codice a barre tanto agognato.

Il quinto valore stampato in formato leggermente più piccolo, si presenta in fogli da 45 esemplari, ragione per la quale i fogli prodotti sono stati meno di 9.000 che possono accontentare solo 18.000 collezionisti di codici a barre.

Da qui la mancanza di disponibilità, in particolare del valore ENIT presto esaurito, e quindi conseguentemente il prezzo di mercato in pochi giorni rapidamente lievitato.

Crediamo comunque che i francobolli di questa serie, anche se privi di codice a barre siano interessanti soprattutto se usati puri, combinati tra di loro per l’inoltro della corrispondenza in uso multiplo, qui di seguito alcune possibili interessanti combinazioni per gli amanti delle tariffe postali.

Buona caccia e buona spedizione a chi abbia voglia di cimentarsi nella ricerca di questa serie allo sportello filatelico.


Lettera 3° P.to per l’interno affrancata con 3 valori = 2,40 €
Raccomandata 1° P.to per l’interno affrancata con la Serie Completa di 5 valori = 4,00 €
Raccomandata 1° P.to per l’interno con A.R. affrancata con 6 valori = 4,80 €
Assicurata per 50€ del 3° P.to (50-100 gr.) per l’Oceania affrancata con 3 serie complete o con 15 francobolli= 12,00 €


Scarica il Bollettino Informativo della serie, cliccando QUI e la scheda tecnica, cliccando invece QUI

(0) Comments    Read More   
Posted on 29-05-2015
Argomento: (News) by info@cifo.eu

CatturaFBGIl Circolo Filatelico Bergamasco per la Filatelia! Ancora una volta il C.F.B. è in prima linea nella promozione della filatelia tra le nuove generazioni. Questa volta, lo fa raccogliendo, anzi anticipando, i commenti de “Il Mascherone” ovvero la bocca della verità del magazine “Arte del Francobollo”. Ma tra le altre cose, cosa scrive il Mascherone nell’ultimo numero, aprile 2015? Scrive che le esposizioni filateliche, soprattutto quelle a concorso, come veicolo di propaganda del collezionismo filatelico non servono a nulla, tant’è che spesso, non vengono visitate nemmeno dagli espositori se non direttamente interessati. Ma non sarà così per la mostra che il C.F.B. si appresta ad inaugurare. A Bergamo, nella sala Manzù di via Zambonate n. 33, nei giorni 6 e 7 Giugno, si terrà una mostra filatelica del tutto speciale “Cose mai viste in filatelia”! Al Circolo sono tutti sicuri che sarà un successo anche tra i non appassionati di filatelia, che questa volta non sarà visitata dai soli addetti ai lavori, ma da molti che uscendo, immagineranno di saper fare di meglio, di saper competere con gli espositori e di riuscire a fare qualcosa di diverso e più coinvolgente. Innanzitutto verranno esposte collezioni aperte, in classe “open” secondo il gergo “filatelichese”, vale a dire che è possibile esporre anche materiale diverso dai soliti francobolli o buste postali; poi tutte le collezioni devono essere contenute in un solo quadro, vale a dire 12 fogli, e questo è già un bell’antidoto alla noia procurata dal susseguirsi di decine di quadri e centinaia di fogli. Il fatto che non verranno distribuiti premi di nessun genere, nemmeno i classici punti fedeltà che non si negano mai a nessuno, è un altro punto d’onore e motivo di orgoglio da parte degli organizzatori. Ma la competizione ci sarà comunque, ci potete giurare, perché nessuno espone qualcosa al giudizio del pubblico se non è più che orgoglioso del lavoro presentato! In particolar modo se sa di essere posto a confronto non solo con gli altri espositori, ma anche con l’immaginazione di molti dei visitatori. Le stesse istituzioni ed associazioni, al quale vanno i nostri più sentiti ringraziamenti, devono aver subodorato la novità dell’avvenimento perché, per la prima volta, hanno concesso al C.F.B. spazio per le sue iniziative culturali. Noi del circolo, ai quali la passione non fa certo difetto, metteremo tutto il nostro impegno per la riuscita di questa iniziativa, e siamo molto ottimisti
sul fatto che, alla fine, nessuno avrà di che pentirsi per averci concesso l’uso di questi locali così prestigiosi. Vi aspettiamo numerosi.
Il Consiglio Direttivo del Circolo Filatelico Bergamasco.

Scarica il pdf con l’elenco completo delle collezioni esposte, cliccando QUI ed il fronte della locandina con il programma completo cliccando QUA

(0) Comments    Read More   
Posted on 26-05-2015
Argomento: (Domande & Risposte) by info@cifo.eu

QUESITO N° 60
Buongiorno, mi chiamo Maria, e sono da poco entrata a far parte della vostra attiva Associazione Filatelica. Volevo cogliere l’occasione per mostrarvi alcune anomalie che ho raccolto nel corso degli anni. Non avendo mai avuto il tempo di dedicarmi allo studio approfondito del materiale che ho raccolto, volevo avere il vostro parere riguardo a i francobolli che trovate in questa cartella.
https://www.dropbox.com/sh/th2dy7zxmawkfbg/AADK3JOPDZE2ipgW04NrBwM0a?dl=0
Basta cliccare sul link per aprire la cartella con gli Scan dei Francobolli.
In attesa di una vostra risposta, vi ringrazio e vi porgo Cordiali Saluti
Maria Gandolfi da Curtatone – MN

RISPOSTA
Gentila signora Maria, la ringraziamo per averci sottoposto le sue cose strane. Le dico subito che alcune sono solo curiosità o poco più, altre sono invece interessanti. A seconda di come lei vuole impostare la sua collezione, tutte meritano di essere conservate.Le varietà interessanti sono:

PonteOro1- Dentellatura spostata e ponte senza oro
La prima (dentellatura spostata) in realtà non è uno spostamento della dentellatura, ma uno spostamento del colore violetto verso il basso. Questa varietà non è di valore, ma sufficientemente appariscente. Più interessante sarebbe il ponte senza oro. In questo caso però devo crederle sulla parola perché la scansione non fa vedere l’assenza di questo colore. Bisogna fare molta attenzione perché nella maggior parte dei casi l’oro è molto tenue ed in questo caso non si può parlare di colore mancante.

Foglietto

2- Dentellatura spostata
questo foglietto è molto carino in quanto lo spostamento sembra essere superiore ai 2 millimetri, limite classicamente considerato per far rientrare lo spostamento nelle varietà vere.

DonnaBarre

3 – Donna con barre
Questa varietà è interessante anche perché è su busta regolarmente viaggiata.


DonnaGrigia
4 – Donna grigia
Anche questa varietà è interessante, peccato che non invada tutto il viso della primavera di Botticelli. Ci sono stati altre varietà con colori differenti (donna verde, viola, blu, ecc.) in cui tutta la figura femminile ha assunto il colore. Questi francobolli sono rari. Molto probabilmente anche la sua donna grigia non è comune, ma il fatto che il cambio del colore non sia stato completo, conferisce a questo francobollo un valore venale inferiore a quello delle sorelle di altri colori.
Le altre varietà che non ho descritto sono da considerare curiosità che comunque può inserire in collezione. Risponde Nicola Luciano Cipriani – Perito Filatelico

(0) Comments    Read More   
Posted on 24-05-2015
Argomento: (News) by info@cifo.eu

GrandeGuerra

Oggi è il 24 maggio. Cent’anni fa l’Esercito italiano, “inferiore per numero e per mezzi” iniziava una guerra che sarebbe stata “ininterrotta ed asprissima” e, contrariamente alle previsioni di una rapida vittoria, sarebbe durata ben 41 mesi.


La ricorrenza centenaria di quest’anno suscita una grande riflessione storica, culturale, nazionale, civile e popolare. Auspico che, oltre allo studio e al ricordo del contesto europeo, delle motivazioni politiche, economiche e militari, della tragedia, delle distruzioni, della disumanità, delle morti, dell’insipienza di alcuni e del coraggio di altri, non manchi nella coscienza degli italiani e della nazione il ricordo commosso della volontà appassionata ed ideale di terminare la vicenda storica del Risorgimento e di compiere l’Unità nazionale con il ricongiungimento alla patria della Venezia Tridentina, della Venezia Giulia e della Dalmazia. Ideali di patria e di unione nazionale che spinsero la gioventù italiana a partecipare con orgoglio e dedizione, “senz’altro premio sperare che la vittoria e la grandezza della patria”. Tra la gioventù italiana anche i volontari irredenti: ricordo mio nonno Bruno, nato a Buie d’Istria, volontario nell’esercito italiano, e mia nonna Maria, nata a Rovigno d’Istria, internata in un campo di concentramento austriaco; come per tutti i loro fratelli, l’unico ideale era il rivendicare in perpetuità alla Patria quelle terre italiane.

Viva le Forze Armate italiane!
Viva l’Italia!
Viva l’Europa!

Bruno Crevato-Selvaggi

(0) Comments    Read More