Posted on 25-07-2015
Argomento: (News) by info@cifo.eu

quirinale[1]Gruppo parlamentari amici della filatelia e Federazione fra le Società Filateliche, con la sponsorizzazione di Poste Italiane, organizzano una grande mostra nella più prestigiosa sede istituzionale italiana, dedicata alla Grande guerra. E non solo.

15-28 ottobre: due settimane. Questa sarà la data del grande evento filatelico che si svolgerà a palazzo del Quirinale. Ancora una volta, la macchina organizzativa della Federazione fra le Società Filateliche Italiane presieduta da Piero Macrelli con il Gruppo parlamentari amici della filatelia presieduto da Carlo Giovanardi e con la cura scientifica e organizzativa di Bruno Crevato-Selvaggi, porteranno la filatelia in una grande sede istituzionale. Anzi, la più importante in assoluto, il Quirinale. In una sala che darà sul grande cortile d’onore del palazzo; i visitatori potranno quindi godere anche della visita in uno dei luoghi simbolo della Repubblica. La mostra sarà in continuità con le altre, organizzate dalla stessa squadra, che si erano tenute a palazzo Montecitorio nella sala della Lupa: 1999. Dagli antichi Stati all’Unità d’Italia; 2003. La Repubblica italiana; 2006. Il Regno d’Italia; 2011 (nell’immagine in basso la cerimonia d’inaugurazione della mostra a Montecitorio del 2011, tenuta dall’allora Presidente della Camera On. Gianfranco Fini). Quel magnifico biennio. Come le precedenti, la mostra verrà organizzata con i criteri propri di una grande esposizione culturale: certo non fogli d’album, ma grandi pannelli di un metro di lato con testi esplicativi in grande formato, rivolti a un pubblico non specialista, illustrati con i documenti postali descritti con l’attenzione rivolta al largo pubblico, senza però dimenticare anche gli aspetti filatelici.

IMG_1539












Tre i temi della mostra, distinti l’uno dall’altro anche fisicamente, con tre separati blocchi espositivi.

Il primo blocco racconterà la Grande guerra. La partecipazione italiana, lo scorrere della guerra, le vicissitudini dei civili narrate con la loro posta, la posta militare. Le terre invase e la posta degli occupanti. La guerra sui mari. La guerra in Albania e Macedonia. La vittoria: le occupazioni e le annessioni delle terre redente. Ma non solo: la guerra europea ed extraeuropea. Quindi almeno un quadro per ogni grande Stato belligerante: Austria, Germania, Belgio, Francia, Gran Bretagna, Russia, Stati Uniti. Insomma, uno sguardo d’assieme sugli avvenimenti dal 1914 ed oltre che sconvolsero i popoli e gli Stati d’Europa e degli altri continenti.

Il secondo blocco racconterà invece un altro avvenimento di grande importanza per la storia recente d’Italia, di cui ugualmente ricorre l’anniversario: il 70° della Liberazione. Il 1945, il regno del Sud e la Repubblica sociale, la liberazione, la fine della guerra. L’emergenza postale di quei giorni. La posta dei partigiani e dei corrieri. L’occupazione al confine orientale. I nuovi francobolli italiani.

L’ultimo blocco, infine, vuole essere una summa delle precedenti mostre. S’intitola cento gemme della filatelia italiana, e presenterà cento pezzi fra i più rari e importanti della filatelia italiana dal 1850 ai giorni nostri. Quindi sarà data attenzione agli antichi Stati italiani come al regno d’Italia, alla Repubblica, alle colonie e agli uffici all’estero. Sarà una selezione opinabile, ma meditata, rigorosa, attenta. Cento gemme fra le tante che l’area, una delle più importanti della filatelia mondiale, offre. Ogni pezzo, naturalmente, sarà corredato da una scheda descrittiva redatta con gli stessi criteri di alta divulgazione delle altre parti della mostra. La filatelia, orgogliosa, celebra sé stessa, esponendo le proprie gemme, patrimonio ineludibile della storia, della cultura, del fascino delle collezioni filateliche da un secolo e mezzo.

La mostra è sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica ed è realizzata grazie alla sponsorizzazione di Poste Italiane. I prestatori saranno collezionisti privati ed istituzioni pubbliche, tra cui il Museo storico della Comunicazione del Mise.
Federazione fra le Società Filateliche Italiane Ufficio Stampa

(0) Comments    Read More   
Posted on 25-07-2015
Argomento: (News) by info@cifo.eu

800 Sergio Castaldo, responsabile della gestione dei social network, ci segnala che abbiamo superato quota 800 come followers della nostra pagina FaceBook del CIFO. Pagina che Sergio ha creato e gestiste con professionalità e passione. Solo pochi mesi avevamo festeggiato il successo ottenuto per il superamento di quota 500 ed al mio rilancio di preparci presto per festeggiare il superamento dei 1.000 followers, Sergio aveva sorriso pensando che …….il Presidente si fosse sbarellato! Oggi non possiamo che incitare tutti Sergio al raggiungimento di un traguardo che è alla sua portata di mano. Uniamoci tutti nel ringraziare Sergio per il lavoro continuo, costante e professionale che applica nella gestione dei ns. social network. Grazie ancora Sergio. Claudio Ernesto Manzati

(1) Comment    Read More   
Posted on 22-07-2015
Argomento: (News) by info@cifo.eu

GallipoliNella lettera aperta del gennaio 2012 pubblicata sul sito CIFO scrivevo: “Yes, we can” è stato lo slogan elettorale dell’ultimo presidente degli States ma, a questo preferirei, “I have a dream” di Martin Luther King del 28 agosto del 1963. E’ passato qualche anno ma ci si può credere ancora, a volerlo! Con qualche anno di ritardo la cosa mi pare si è avverata. Leggo con piacere della nascita della neo associazione creata dalla fusione della AIFS e AFIS, ma ancor di più mi rende felice la simultanea presenza nel consesso di due importanti studiosi della filatelia italiana: Gianni Carraro e Marcello Manelli, l’ordine è puramente alfabetico. Cosa dire!!! Quanto tempo si è perduto in stupide e forse inutili diatribe! Cosa potranno fare insieme? Quanto potranno dare alla cultura filatelica dei nostri anni? Ma si, basta crederci.Alla luce di questi nuovi avvenimenti non resta che augurare un lungo e proficuo lavoro a questa nuova formazione. Un solo consiglio: non dimenticare mai di sviluppare la filatelia in tutti gli ambiti possibili, una propaganda instancabile che, se fatta da personaggi di alto livello, può entrare e germogliare nelle periferie dove i raccolti sono scarsi.Di cuore in bocca al lupo.
Gianni Vitale

Nell’immagine Gallipoli-Salento

(0) Comments    Read More   

Classifica20150717Cari amici e gentili amiche,anche per il concorso CIFO@Net2015 la settimana è stata CALDISSIMA. Grazie alle votazione ricevute si è sfondato quota 400 voti validi. Anche la classifica si è riscaldata, si basa su 416 votazioni. Dopo settimane di incontrastato dominio Sergio Castaldo ha scalzato Djana Isufaj dal primo posto, “relegandola” (si fa per dire) in seconda posizione, tallonata da vicino da Stefano Finotti. Balzo in avanti anche di Gianni Vitale che sale al 6° posto.Auguro a tutti Voi buon fine settimana.
Il Coordinatore Cifo@Net_2015 Sergio Mendikovic

(0) Comments    Read More   

11692694_10153005936374211_6686299871457871081_n (1)kitesurf-600x400La località calabrese ha superato la concorrenza di San Francisco e Abu Dhabi ed ha legato il proprio nome al kitesurfing con lo svolgimento prima dei campionati nazionali, poi gli europei ed adesso i mondiali. Alla conferenza stampa di presentazione ha partecipato anche il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio. Centocinquanta atleti provenienti da tutto il mondo per una manifestazione che, secondo gli organizzatori, potrebbe richiamare 70-80 mila persone. Sono i numeri del campionato mondiale di kitesurfing in programma dal 9 al 19 luglio all’Hang Loose Beach, nello specchio di mare antistante la spiaggia di Gizzeria, sulla costa tirrenica calabrese. Il campionato iridato arriva a distanza di un anno da quello europeo che, da tre stagioni consecutive, si svolge proprio in questo pezzo di paradiso del Mar Tirreno. Un luogo, uno spot come dicono nel linguaggio tecnico gli atleti, molto apprezzato dai rider per le sue caratteristiche di vento e mare. L’articolato programma della manifestazione è stato presentato questa mattina nel parco balneare dell’ “Hang Loose Beach”, organizzatore locale del campionato mondiale. È nelle acque cristalline antistanti il parco che gli atleti, provenienti da ogni parte del mondo, si sfideranno nella formula “kite”, cioè una serie di regate, la stessa disciplina del kitesurf, selezionata per partecipare alle Olimpiadi del 2020. Tra i rider partecipanti anche due atleti calabresi. Si tratta di Antonio Ciliberto, 27 anni, di Crotone, e di Salvatore ANNULLO POSTE ITALIANE MONDIALI KITESURF GIZZERIAPighini, 36, proveniente da Fuscaldo, in provincia di Cosenza. I due, seppure specialisti da più anni in questa disciplina, non hanno grosse pretese, però hanno deciso di confrontarsi ugualmente con i“mostri sacri” del genere. Si preannuncia, dunque, uno spettacolo senza precedenti, che sarà offerto dalla perfetta combinazione tra sport, accoglienza, organizzazione e divertimento, perché il parco balneare in questi dieci giorni si trasformerà in luogo dove si potrà trovare sport e spettacolo, di giorno e di notte. Anche quest’anno, come in quelli precedenti, si ripeterà l’ “Aloha surf and beach Party” e la spiaggia calabrese diventerà una spiaggia hawaiana. L’appuntamento mondiale si fregia anche di un annullo filatelico speciale, che sarà attivo dal 9 luglio. Il timbro dell’evento filatelico è stato creato da Giuseppe Ascolese, appassionato filatelico che già , in occasione della venuta del Papa Benedetto XVI a Lamezia Terme, diede prova della sua capacità artistica, creando l’annullo postale per l’evento. Per questa occasione, ha dichiarato Ascolese, ha scelto una forma più semplice, stilizzatta , infatti il timbro riproduce il disegno della Calabria sormontata da un atleta di kitesurf in azione con l’aquilone gonfiato dal vento e la sigla, hlb, dell’Hang Loose Beach. Sarà inoltre disponibile un prezioso folder, a tiratura limitata, riccamente illustrato con due cartoline artistiche espressamente preparate per l’occasione. “Ringrazio l’amico Luca Valentini dell’Hang Loose Beach., per avermi dato l’opportunità di creare questo annullo – ha concluso Ascolese – ringrazio inoltre della grossa collaborazione datami dalle POSTE SPA di Catanzaro, ed in particolare del Direttore, Francesco Odierno, nonché dei suoi validissimi collaboratori, Pippo Capellupo e Alterio Falcone.

(0) Comments    Read More   

Expo1Expo2Venerdi 3 Luglio u.s. presso la sede di Expo 2015, è stata presentata la contestuale serie di francobolli. Erano presenti l’amministratore delegato di Expo Giuseppe Sala, i presidenti della Regione Roberto Maroni, dell’Istituto poligrafico e zecca dello stato Domenico Tudini, di Poste italiane Luisa Todini, nonché il responsabile per la filatelia della stessa azienda, Pietro La Bruna. Un francobollo da € 0,80 e una serie di 15 francobolli in un foglio filatelico da €12









L’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, MISE e Poste Italiane hanno presentato, presso la sala Expo Center, i Francobolli celebrativi realizzati in occasione dell’Esposizione Universale “Milano 2015”. Tra le Autorità, Domenico TUDINI, Presidente del Poligrafico, ha illustrato il ruolo dell’IPZS “… che ha sempre avuto il compito di raccontare la Storia d’Italia attraverso l’Arte Numismatica e Filatelica. E, anche in questa occasione, ha cercato di “fermare il tempo”, immortalando i simboli e i temi di uno storico evento, affinché rimanga impresso nella memoria delle generazioni cui è affidato il compito di tramandare la nostra cultura in tutto il mondo”. TUDINI, inoltre, ha posto l’accento sulla prospettiva del ‘prodotto Italia’, “soprattutto in tema di ‘food’, settore dove la qualità – oggi come non mai – ha bisogno di essere promossa ma anche difesa e tutelata. Proprio per questo motivo, l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato (da sempre al servizio delle Istituzioni, impegnato anche nello sviluppo di sistemi di sicurezza, tracciabilità e anticontraffazione) si inserisce perfettamente in questo contesto che mira a promuovere – nella sua unicità – la Qualità ed Unicità del Made in Italy come espressione dell’eccellenza”.

I francobolli realizzati da IPZS
Il francobollo singolo riproduce un particolare della mascotte di Expo Milano 2015, affiancato dal logo della manifestazione e completato della legenda «ESPOSIZIONE UNIVERSALE MILANO 2015», la scritta «ITALIA» e il valore «€ 0,80». Ognuna delle vignette dei 15 francobolli racchiusi in foglio riproduce, invece, una xilografia tratta da un antico volume di G. Tatti dal titolo «Della Agricoltura» edito nel 1560 da Sansovino, oltre al logo di Expo Milano 2015. Completano i quindici francobolli le legende «NUTRIRE IL PIANETA, ENERGIA PER LA VITA» e «ESPOSIZIONE UNIVERSALE MILANO 2015», la scritta «ITALIA» e il valore «€ 0,80». I quindici francobolli sono disposti su tre file da cinque ed inseriti in un foglio fustellato; sulla cimosa, lungo il lato superiore a sinistra, è riportata la scritta «IL FOGLIO DI 15 FRANCOBOLLI VALE € 12,00» seguita dai rispettivi loghi del Ministero dello Sviluppo Economico e di Expo Milano 2015.
Comunicato Stampa congiunto

Scarica il pdf del comunicato stampa, cliccando QUI

Immagini gentilmente offerte dall’Unione della Stampa Filatelica Italiana

(0) Comments    Read More   
Posted on 05-07-2015
Argomento: (News) by info@cifo.eu

Classifica20150703Cari amici e gentili amiche,
siamo giunti al primo appuntamento settimanale del mese di luglio afferente l’andamento e la relativa classifica della votazioni on-line. Djana Usifaj conferma ancora il suo solido primato, al secondo posto abbiamo un avvicendamento con Stefano Finotti che scavalca Sergio Castaldo. La classifica ci propone anche due ex aequo al 8° e 10° posto con l’ingresso al 10° posto di Domenico Matera. La classifica si basa su 359 voti validi e l’andamento delle votazioni si sta delineando sempre più avvincente. Ricordiamo che le votazioni si concluderanno a fine agosto per la parte riservata alle votazioni del pubblico.
Sergio Mendikovic, Coordinatore Cifo@Net2015

(0) Comments    Read More   

LuisaTodiniMilano, 19 giugno 2015 – La Presidente di Poste Italiane Luisa Todini ha visitato oggi a Milano la mostra filatelica “Oltre le dure sbarre”, allestita nello Spazio Filatelia di via Cordusio fino al 27 giugno. L’iniziativa si inserisce nel progetto formativo-culturale “Filatelia nelle carceri”, avente l’obiettivo di favorire la rieducazione e il reinserimento sociale dei detenuti, promosso da Poste Italiane con il patrocinio dei Ministeri della Giustizia e dello Sviluppo Economico, in collaborazione con la Federazione fra le Società filateliche italiane e l’Unione stampa filatelica italiana. La mostra, realizzata da un gruppo di detenuti del carcere di Opera, si propone di illustrare – con l’aiuto dei francobolli e di alcuni manufatti realizzati dagli ospiti della Casa Circondariale – diciotto poesie di grandi autori (da Leopardi a Montale). La cartolina e l’annullo speciale realizzati per l’occasione da Poste Italiane, che raffigurano rispettivamente una scena rurale con frutta e vino e una spiga di grano, rappresentano poi un omaggio al tema di Expo 2015. “I francobolli e la posta” – ha dichiarato la Presidente di Poste Italiane Luisa Todini nel corso della sua visita alla mostra – “hanno un duplice significato: il primo culturale, perché attraverso i francobolli è possibile passare in rassegna fatti, epoche e 1817costumi della nostra società; l’altro, funzionale, in quanto la posta e il francobollo costituiscono il principale strumento di comunicazione dei detenuti con il mondo esterno. La mostra ‘Oltre le dure sbarre’, organizzata nell’ambito del più ampio progetto ‘Filatelia nelle carceri’, ribadisce questo storico legame aggiungendo ora nuovi contenuti culturali e artistici. La filatelia, e più in generale il collezionismo e le attività culturali – ha concluso la Presidente Todini – possono fornire un contributo molto importante nel processo di ‘rieducazione’ che la nostra Costituzione indica chiaramente come obiettivo della pena detentiva, principio che è e resta alla base del progetto sociale “Filatelia nelle carceri” promosso da Poste Italiane”.

Nelle immagini alcuni momenti dell’incontro a cui erano presenti oltre a Luisa Todini, il Dr. Pietro La Bruna Responsabile di Filatelia, Paolo Daniele Pizzuto educatore della Casa di reclusione di Opera e Danilo Bogoni che ha cortesemente fornito le immagini.

(0) Comments    Read More   
Posted on 19-06-2015
Argomento: (News) by info@cifo.eu

111Si è conclusa, in data 15 giugno 2015, l’esposizione filatelica allestita presso l’Istituto Comprensivo Piazza De Cupis in Roma. Evento conclusivo del Progetto Filatelia e Scuola, che vede quale referente l’Insegnante di Religione Cattolica dott.ssa Djana Isufaj, l’esposizione ha ancora una volta riscosso un enorme successo di pubblico e di collezionisti, fra i quali numerosi ragazzi e ragazze ex alunni della “Primaria” anche loro, anni addietro, partecipanti al Progetto. Aperta al pubblico per più di un mese, nel suo complesso la mostra ha posto in essere l’eccellente e lusinghiero risultato ottenuto da docenti ed alunni nel programmare e gestire con dovizia di particolari le innumerevoli e diverse tematiche che hanno spaziato, dal campo della scienza a quello dell’arte, dalla religione alla letteratura, dal cinema all’ambiente. L’impegno profuso dai giovani collezionisti è stato gratificato qualche settimana prima della chiusura ufficiale attraverso una cerimonia di premiazione che ha visto tre vincitori per ogni classe. Il difficile compito di individuare i nomi dei prescelti, è stato affidato ad una commissione formata dal Delegato Regionale (Lazio) della Federazione fra le Società Filateliche Italiane Sergio Cabras, dal rappresentante dell’Associazione Filatelica e Numismatica “Alberto Diena” di Roma (AFI) Architetto Giampiero Cucini e dal Perito Filatelico ed Editore Dott. Francesco Maria Amato. Una nota di merito è infine da attribuire a Poste Italiane-Filatelia, alla Federazione fra le Società Filateliche Italiane, a Vaccari s.r.l. Filatelia – Editoriale, all’AFI, alla CIFO, all’Informazione del Collezionista, al Catalogo Specializzato, alla Philatelia Fischer e ad Amato – Editore per la sempre squisita collaborazione a sostegno delle iniziative che vedono coinvolti i giovani filatelisti e le Scuole. Francesco Maria Amato

(0) Comments    Read More