Posted on 25-11-2014
Argomento: (News) by [email protected]

quartina (2)coppia verticale (2)Vi presentiamo ancora una piccola varietà, identica a quella che abbiamo già diffuso sul valore da 50 cent. Anche per questo valore da 90 cent osserviamo una situazione molto simile a quella precedente. Le scritte in ditta sono di colore bruno, ma non al 100%. Come potete vedere dall’immagine, solo il nome dell’incisore e, solo in parte la parola ROMA sono interessate dal cambiamento cromatico. Anche in questo caso non sono interessati tutti i francobolli del foglio, ma certamente non pochi, visto che ne sono interessati almeno i cinque francobolli delle due immagini presentate. 90 cent ditta (2)Per gli appassionati delle dentellature, facciamo notare come la coppia mostri, in basso sul bordo di foglio, il salto tra una battuta e quella successiva del perforatore a piastra.
Luciano Cipriani – Perito filatelico

(0) Comments    Read More   
Posted on 24-11-2014
Argomento: (News) by [email protected]

SaloneGenovesiCOMUNICATO STAMPA – Venerdì 12 dicembre 2014, ore 17.00 Gran Salone del Genovesi – C.C.I.A.A. di Salerno, Via Roma
Il giorno venerdì 12 Dicembre 2014 alle ore 17.00, l’Associazione Salernitana di Filatelia e di Numismatica invita gli organi di comunicazione e la cittadinanza alla conferenza “I sistemi di comunicazione dall’Unità d’Italia ad oggi”, presso il Gran Salone del Genovesi della Camera di Commercio di Salerno in Via Roma.
La storia dei sistemi di comunicazione nei secoli: questo sarà il tema della conferenza, che si prefigge lo scopo di raccontare e illustrare i tanti mezzi di trasporto e recapito della posta che si sono adottati nei secoli.
Interverranno:
Lorenzo Carra Membro dell’Accademia Italiana di Filatelia e Storia Postale
Michele Caso Membro dell’Accademia Italiana di Filatelia e Storia Postale
Carlo Galimberti Redattore de “Il Gusto Fil@telico”
Paolo Guglielminetti Delegato Nazionale FSFI Manifestazioni e Giurie
Claudio Ernesto Manzati Presidente CIFO “Collezionisti Italiani Francobolli Ordinari”

«Troppo spesso si dimentica il ruolo fondamentale che, nei secoli, ha assunto la Posta e i suoi sistemi di trasporto nel consentire alle persone di comunicare tra loro – spiega il presidente dell’Associazione Salernitana di Filatelia e di Numismatica, Aniello Veneri, e continua – l’intento di questo incontro è far conoscere a tutti gli interessanti e appassionati le tante e differenti modalità che nel tempo sono state usate dal sistema postale. Molto spesso si danno per assunte una serie di “comodità” moderne ma non sempre è stato così facile o agevole spedire e recapitare una missiva. Con l’aiuto di studiosi e professionisti del settore, cercheremo di capire quali evoluzioni sono state apportate all’intero sistema e quali metodi di recapito più o meno veloce sono stati utilizzati. Abbiamo voluto organizzare questo evento culturale in un luogo d’eccezione quale il “Gran Salone del Genovesi” della Camera di Commercio di Salerno invitando numerose associazioni storiche, culturali e d’impegno sociale radicate nel territorio, quale giusto tributo ad una città che vanta una storia straordinaria e che merita di essere ulteriormente diffusa ed approfondita non dimenticando che all’evoluzione delle comunicazioni, del progresso, dei commerci e del sapere umano tutto hanno senz’altro contribuito in maniera determinante quei piccoli pezzetti di carta quali i francobolli che tutti noi conosciamo». Per l’occasione sono state realizzate delle cartoline celebrative ed uno speciale annullo realizzato dalle Poste Italiane a testimonianza dell’evento.Annullo La scelta di commemorare la figura dell’insigne uomo di cultura salernitano “Antonio Genovesi” scrittore, filosofo, economista e sacerdote non è stata fatta solo per ringraziare la signorile ospitalità del presidente della CCIAA di Salerno dott. Arzano ma anche per porre in evidenzia come la cultura non è autoreferenziale ma poliedrica e spazia ed interagisce con le pluralità culturali soggettive nell’assetto sociale, come il Nostro.
Salerno, 23 novembre 2014

Ufficio stampa: dott. Aniello Veneri, e-mail: [email protected] cell: 333.5981637

Scarica il l’invio alla conferenza cliccando QUI

(0) Comments    Read More   
Posted on 24-11-2014
Argomento: (News) by [email protected]

quartina 50 centGiovanbattista Spampinato ci ha inviato questa piccola varietà. Si tratta del colore marrone che ha invaso la scritta in ditta tanto che I.P.Z.S. – ROMA …. G. MORESCA appare tutta di colore bruno. La varietà, non eclatante, ma certamente carina. L’invasione dei colori nella posizione della scritta in ditta sono state segnalate anche per altri valori, ma la caratteristica di questa del 50 cent è che essa occupa solo le posizioni 91 e 92. quartina 50 cent part A ben vedere, anche il francobollo in posizione 81 mostra lo stesso fenomeno, ma molto parzialmente e solo sulle lettere I.P.Z.S. – ROMA. Il ritrovamento è stato fatto grazie ad una giacenza consistente tirata fuori da qualche magazzino e che è stata distribuita in Sicilia. Questa varietà è stata ritrovata solo su fogli con numerazione pari e la quartina in questione proviene dal foglio n. AA000074038. Luciano Cipriani – Perito filatelico

(0) Comments    Read More   
Posted on 23-11-2014
Argomento: (News) by [email protected]

Originale6,20AVL’aumento dei servizi postali previsto per il 1° Dicembre p.v. questa volta non ha visto impreparate Poste Italiane che con largo anticipo hanno programmato l’uscita di francobolli di valore utile ad affrancare le corrispondenze più frequenti per l’interno e l’estero. Già nella giornata di ieri le prime emissioni da 80 centesimi utili per il 1° porto per l’interno, un foglietto da 15 valori sul Made in Italy: i vini DOCG e relativi 15 valori in fogli da 28 valori. Con l’aumento delle tariffe il 1° Dicembre usciranno anche due nuovi valori della serie ordinaria di Posta Italiana rispettivamente da 80 e 95 centesimi, al momento di scrivere non abbiamo ancora ricevuto informazioni sui colori di questi due nuovi valori, ma possiamo sin d’ora dare indicazione ai nostri associati su quali tariffe programmare per il primo giorno d’uso o comunque di ricercare tra la corrispondenza non filatelica che riceveremo a casa nelle prime settimane da inserire nella nostra documentazione.

VALORE DA 80 centesimi
1 valore da 80 centesimi = 0,80 € Lettera 1° porto per l’interno

3 valori da 80 centesimi = 2,40 € per Lettera 3° porto per l’interno formato Medio Standard (*) oppure 2° porto di formato grande

5 valori da 80 centesimi = 4,00 € per Lettera Raccomandata 1° porto per l’interno

6 valori da 80 centesimi = 4,80 € per Lettera Raccomandata 1° porto per l’interno con A.R.

(*) Medio Standard: invii rettangolari con lunghezza da 14 a 35,3 cm; altezza da 9 a 25 cm; spessore da 0,15 mm a 2,5 cm

VALORE DA 95 centesimi
1 valore da 95 centesimi = 0,95 € Lettera 1° porto per la zona 1 Europa e bacino del mediterraneo

Oltre a queste affrancature suggerite per l’uscita dei nuovo valori, la variazione delle tariffe ha messo in evidenza il possibile uso tardivo del francobollo degli Alti Valori da 6,20 € per l’inoltro di una Lettera Raccomandata 1° porto sino a 20 grammi per la zona 2, ovvero Africa, Americhe ed Asia.

(0) Comments    Read More   
Posted on 23-11-2014
Argomento: (News) by [email protected]

DSCN0093ROMA, 20 novembre 2014 – SVOLTASI OGGI LA CONSULTA
Due gli aspetti emersi dalla seduta della Consulta per l’emissione delle cartevalori e la filatelia, seduta svoltasi oggi pomeriggio, che è possibile anticipare. La prima riguarda le tirature dei nuovi francobolli, in questo momento fissate ad 800mila esemplari. Tale cifra verrà applicata per tutte le prossime voci, fino al termine dell’anno, ad eccezione di quella natalizia, la quale sconterà una produzione maggiore. A partire dal 2015, saranno elevate ad 1,6 milioni. Il secondo aspetto riguarda le problematiche sul tavolo, che vanno, ad esempio, dai quantitativi stampati alla scelta dei titoli inseriti nel programma ed alla disponibilità dei francobolli agli sportelli. Recependo le richieste presentate da Associazione filatelisti italiani professionisti, Federazione fra le società filateliche italiane e naturalmente Unione stampa filatelica italiana, il sottosegretario del ministero allo Sviluppo economico, Antonello Giacomelli, ha accettato di trattarle in un confronto fra le parti. In base alle sue parole, tale appuntamento (una “giornata di lavoro intensa”) anticiperà la prossima riunione della Consulta, che probabilmente si terrà nella prima parte del 2015.

Scarica il pdf originale del comunicato U.S.F.I. cliccando, QUI

IL COMMENTO DEL CIFO
Una delle ragioni per le quali sono state drasticamente ridotte le tirature dei francobolli e che giacciono nei magazzini di Poste Italiane, oltre 360 Milioni di francobolli invenduti, è evidente che non vi è ragione di continuare a stampare francobolli quando i magazzini siano pieni ma……….la ragione e che non vengono usati? Forse……….. ma sono anni che i circoli filatelici lamentano la mancata distribuzione dei francobolli sia agli sportelli filatelici che a quelli normali. Anche di recente alcuni nostri soci di Palermo hanno lamentato il mancato arrivo dei francobolli commemorativi, che vengono forniti a distanza di settimane dalla data d’emissione, ed in alcuni casi mai. Sono oramai molti i collezionisti che hanno desistito dal collezionarli! Risulta evidente che la gestione dei francobolli all’ufficio postale è onerosa rispetto a quella informatizzata delle TP Label, ma è anche chiaro che i francobolli commemorativi del costo industriale di pochi centesimi e del valore economico in “€uro”, collezionati e quindi non usati “postalmente” se non in minima parte dai collezionisti; rappresentano un utile netto per Poste Italiane con un fattore moltiplicativo di alcune centinaia di volte: Questo utile anche se significativo, si perde nel bilancio a nove cifre di Poste Italiane che guarda probabilmente solo ai costi collegati alla gestione del settore filatelia e non al conto economico complessivo che farebbe felice qualsiasi imprenditore se gestito separatamente/direttamente. Ora la stampa di 800.000 francobolli per emissione considerando per comodità di calcolo una media di 40 francobolli a foglio (sono due i formati attualmente impiegati dal IPZS per la stampa: taglio da 28 e 45 francobolli per foglio) significa 20.000 fogli ad emissione, ovvero 1 foglio circa per ufficio postale. Claudio Ernesto Manzati – Presidente CIFO

Nell’immagine in alto, da sinistra per gentile concessione USFI, il direttore generale per i servizi di comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postali, Rosanna Lanzara, il sottosegretario Antonello Giacomelli, il presidente della Commissione per lo studio e l’elaborazione delle cartevalori postali, Angelo Di Stasi.

(0) Comments    Read More   
Posted on 20-11-2014
Argomento: (News) by [email protected]

Verona123Incomprensibile la levata di scudi della Scaligera contro i commercianti che lasciano Veronafil già la sera del sabato, in trent’anni di frequenza a Veronafil due volte all’anno, credo di essere rimasto la domenica solo una volta, perché obbligato dalla consegna dei premi di una finale del Campionato Cadetti di qualche anno fa. In tutti questi anni mi sono sempre domandato per quale ragione il convegno dovesse rimanere aperto per poche ore la domenica mattina! Un inutile spreco di tempo e soldi anche per i commercianti obbligati a pernottare una notte in più. L’articolo a pagina 6 del numero unico, sprezzante verso i commercianti, ha suscitato l’immediata risposta di Sebastiano Cilio ed Andrea Mulinacci, rispettivamente Presidenti della Borsa Filatelica Nazionale e dell’Associazione dei Filatelisti Italiani Professionisti. Non si capisce quale sia l’interesse della Scaligera a pretendere l’apertura domenicale quando i collezionisti, i quali sono i reali clienti del convegno hanno sempre mostrato uno scarsissimo interesse a parteciparvi? Qui di seguito articolo in questione e la risposta dei commercianti a cui mi associo totalmente, preferendo di gran lunga la domenica rimanere in famiglia.
Claudio Ernesto Manzati – Collezionista Filatelico e frequentatore di Veronafil

Scarica il pdf di pagina 6 del numero unico di Veronafil 123° della Scaligera cliccando QUI

Scarica la risposta congiunta della Borsa Filatelica ed AFIP, cliccando QUI

(0) Comments    Read More   
Posted on 08-11-2014
Argomento: (News) by [email protected]

PonteRandeLe pioggie intense di questi giorni in Italia si sono trasformate in gocce d’oro in Portogallo, per la pattuglia di italiani sotto l’egida dell’AISP l’Associazione Italiana di Storia Postale invitata a partecipare all’esposizione Nazionale Filatelica del Portogallo che quest’anno si e’ tenuta a Viana do Castelo nel nord del Portogallo. Il gruppo degli italiani capeggiata da Mario Mentaschi, Vicepresidente AISP e membro internazionale della giuria che vedeva giurati Portoghesi ed uno Svedese. Il gruppo formato da Claudio Ernesto Manzati, Carlo Negri e Giovanni Nembrini con le rispettive consorti al seguito, vedeva anche la presenza di Corrado Carli e Giorgio Magnani, è stato guidato dall’infaticabile organizzatore quale è Lorenzo Carra, alla scoperta delle bellezze storico-religiose ma anche culinarie del Portogallo. Oporto, Coimbra e Fatima sono state le mete del gruppo con una puntata in Spagna a Santiago de Compostela seguita dalla visione nei pressi di Vigo, del ponte strallato autostradale a due carreggiate che attraversa lo Stretto di Rande (nell’immagine) a cui partecipò alla costruzione completata nel 1978 Giorgio Magnani. Questo il palmares degli italiani a concorso:
Angelo Teruzzi 95 punti OG, Giorgio Magnani 93 punti OG, Corrado Carli 91 punti OG, Giovanni Nembrini 91 punti OG, Claudio Ernesto Manzati 90 punti OG, Carlo Vicario 88 punti O, Giulio Perricone 87 O, Paolo Zavattoni 87 O, Carlo Negri 82 punti VG.
Mentre nella classe letteratura questi i premi:
Angelo Simontacchi con Cursores 93 punti OG, Luigi Sirotti 92 punti OG con RSI, Paolo Vaccari 90 punti OG con le Tavole di Sicilia, ed 88 punti O con Le Prove di Sardegna (di Cardillo) ed 86 punti O con il suo Catalogo, infine sempre Paolo Vaccari con 86 punti O con il Magazine online Vaccari News.

Che dire una vera e propria pioggia d’oro! Il palmares delle esposizioni filateliche del CIFO si arricchisce di ulteriori 3 medaglie d’oro e raggiunge quota 193, scarica il pdf con l’elenco completo delle medaglie conquistate dai soci, cliccando QUI

(0) Comments    Read More   
Posted on 04-11-2014
Argomento: (News) by [email protected]

44982422[1]96 anni fa terminava la Grande Guerra, che l’Esercito italiano, “inferiore per numero e per mezzi”, aveva “condotta ininterrotta ed asprissima per 41 mesi”, mentre il secolare nemico austriaco “risaliva in rotta e senza speranza le valli che aveva disceso con orgogliosa sicurezza”. Terminava la vicenda storica del Risorgimento e si compiva l’Unità nazionale con il ricongiungimento alla Patria della Venezia Tridentina, della Venezia Giulia e della Dalmazia. Oggi, nella temperie storica dell’unità europea, pur nello spirito dei tempi nuovi, è doveroso ricordare quegli eventi tragicissimi e nobilissimi, dove l’intero popolo italiano con anche i volontari irredenti – e ricordo mio nonno Bruno, nato a Buie d’Istria, volontario nell’esercito italiano, e mia nonna Maria, nata a Rovigno d’Istria, internata in un campo di concentramento austriaco ove attendeva la liberazione della propria terra – diede miglior prova di sé; ricordare commossi i 700.000 caduti italiani su tutti i fronti e nelle acque del Mediterraneo e d’altri mari; e ricordare ancora commossi quelle terre italiane che, rivendicate in perpetuità alla Patria nel 1918, furono avulse dal loro naturale nesso geografico, etnico, storico e culturale nel 1947.Un ricordo commosso anche a mio padre Gracco, nato a Rovigno d’Istria: è questo il quarto 4 novembre che commemoro senza di Lui, che sin da bambino mi aveva insegnato ad esporre in questo giorno il Tricolore.
Viva le Forze Armate italiane!
Viva l’Italia!
Viva l’Europa!
Bruno Crevato-Selvaggi

(0) Comments    Read More   
Posted on 01-11-2014
Argomento: (News) by [email protected]

NuoveTariffe
di Sergio Mendikovic
A seguito della comunicazione degli aumenti tariffari diamo una visione schematica degli stessi in riguardo alle principali metodologie di spedizione andando a suddividerle per spedizioni verso l’interno e per l’estero. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito di poste italiane http://www.poste.it/postali/nuove_condizioni_economiche_2014.shtml

Scarica il tariffario per l’INTERNO cliccando QUI

Scarica il tariffario per l’ESTERO cliccando QUI

Scarica il tariffario per L’ESTERO ON-LINE cliccando QUI

(0) Comments    Read More   
Posted on 01-11-2014
Argomento: (News) by [email protected]

AumentoPoste Dal primo dicembre entrerà in vigore l’adeguamento tariffario di alcuni servizi di corrispondenza e pacchi di Poste Italiane. La revisione delle tariffe avviene in conformità ai criteri definiti dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. La rimodulazione dell’offerta riguarda la posta affrancata con francobollo o inviata dall’ufficio postale, la posta raccomandata consegnata all’ufficio postale e i pacchi ordinari nazionali e internazionali. Garantite le condizioni agevolate per le fasce deboli. E’ quanto si legge in una nota di Poste. Per la Posta Prioritaria Retail (ossia quella affrancata con francobollo o consegnata all’Ufficio Postale) è previsto un incremento di 10 centesimi per gli invii fino a 20 gr, che porta il prezzo da 70 a 80 centesimi. La Posta Raccomandata da Ufficio Postale fino a 20 gr passa da 3.60 a 4.00 euro. Gli adeguamenti riguardano tutti gli scaglioni di peso e anche gli analoghi servizi internazionali e l’avviso di ricevimento. Per il Pacco Ordinario nazionale la tariffa è stata suddivisa in due fasce di peso, con una diminuzione di prezzo per i pacchi fino a 10 Kg, che scendono a 9 euro, e un incremento per quelli superiori a 10 Kg, che salgono a 12 euro. Per il Pacco Ordinario internazionale è stata riformulata l’intera offerta, per differenziare i prezzi in funzione del Paese di destinazione. Nella rimodulazione delle tariffe è prevista anche la riduzione di 60 centesimi per le notifiche degli atti giudiziari, mentre rimane invariato il prezzo di tutti gli altri prodotti, incluse le lettere inviate online e le assicurate. Poste Italiane ha deciso di prorogare di un anno la promozione attualmente in corso a favore dei cittadini con più di settanta anni e dei possessori di “social card” per l’acquisto dei cosiddetti servizi al destinatario, che prevede uno sconto del 50% sui servizi “Chiamami”, “Aspettami” e “Dimmi Quando”; alle medesime categorie sarà applicato uno sconto del 50% anche sul servizio “Raccomandata da Te” (2,00 euro anziché 4,00 euro), che prevede la possibilità di richiedere il ritiro della raccomandata a domicilio. Per favorire la trasparenza Poste Italiane, in aderenza alla Delibera dell’Autorità, comunica con 30 giorni di anticipo rispetto all’entrata in vigore i nuovi prezzi che saranno contestualmente pubblicati sul sito internet dell’azienda www.poste.it e presso gli Uffici Postali. Articolo pubblicato il: 31/10/2014 da ADN Krono shttp://www.adnkronos.com/soldi/economia/2014/10/31/poste-dal-dicembre-aumento-tariffe_I3sRXWMRuyaVS3ZmdB6wAP.html

(0) Comments    Read More