Il Gruppo di Modena

LogoGMO
1. CRONISTORIA

Sabato 11 gennaio 2015, un gruppo di amici, appassionati di Storia Postale si ritrova a Modena durante lo svolgimento della manifestazione e convegno filatelico “La Mutina” per scambiarsi opinioni ed idee, preoccupati dai sequestri di documenti postali e dell’avvio di procedimenti giudiziari a carico di commercianti (Filatelia Gazzera – Cardillo 2010) promossi da alcuni archivisti e sovraintendenti ai beni culturali . Il Gruppo decide di ricercare negli archivi di Stato, documenti che dimostrino come le carte oggetto dell’avvio di indagini giudiziarie, e di conseguenti procedimenti penali, siano possedute lecitamente in quanto entrate nel circuito collezionistico a seguito degli spogli degli archivi ordinati dalla Stato Italiano.

Il Gruppo che nel frattempo attraverso il passaparola, si arricchisce dalla presenza di nuovi membri, si ritrova puntualmente a Modena il secondo sabato di gennaio degli anni successivi. La raccolta di documenti comprovanti la vendita e/o cessione a titolo gratuito degli archivi, si arricchisce di anno in anno (vedi i tanti allegati), facendo aumentare la consapevolezza dei propri diritti e la percezione che siano solo alcuni gli archivisti e sovraintendenti ai beni culturali sul territorio che abbiano perseguito una linea di condotta che preoccupa sempre più i collezionisti.

Nel frattempo avvengono altri sequestri e indagini a carico di commercianti (Alberto Coda Canati 2013, Fabrizio Bignotto 2014-2015, indirettamente Giovanni Valentinotti 2014, Filippo Ferrario 2017). Tutti i commercianti indagati, si ritrovano ad affrontare il giudizio assistiti da legali personali senza poter avvalersi di un sufficiente ed immediato supporto da parte delle Associazioni di Categoria.

buffSabato 29 Aprile 2017, Giuseppe Buffagni che nel frattempo ha assunto la veste di Coordinatore del Gruppo di Modena, organizza un incontro presso il Circolo Filatelico Numismatico di Modena. Sono presenti una trentina di partecipanti, tra questi l’avv.to Giorgio Khouzam inviato dalle Federazione tra le Società Filateliche Italiane, l’Ing. Avanzo della Sassone, Paolo Gazzera e l’avv.to Valentinotti che segue il procedimento giudiziario a carico della madre titolare dell’attività commerciale di materiale storico postale gestito dal padre Giovanni Valentinotti.

Il Gruppo consapevole del delicato momento, e sulla base di indicazione “sensibili” ricevute, decide di elaborare a proprie spese attraverso l’avv.to Valentinotti una linea guida comportamentale per i collezionisti nel caso di potenziale sequestro, ed il testo di una formale “diffida” nei confronti degli archivisti o sovraintendenti.

Il “Comportamento in caso di Sequestro” commissionato dal Gruppo di Modena, viene trasmesso dalla Federazione fra le Società Filateliche Italiane ai Presidenti dei vari Circoli italiani e alle diverse Associazioni ed anche ripreso anche nella rivista federale Qui Filatelia.

Il 2 maggio il Sen Carlo Amedeo Giovanardi, durante la seduta n. 815 del Senato, pone in evidenza la questione sequestri, è possibile scaricare il dattiloscritto dell’intervento cliccando QUI e per vedere il video cliccare sull’immagine qui di seguito


Il 7 maggio, viene fatta circolare da parte dell’Avv.to Valentinotti una linea guida comportamentale a beneficio dei collezionisti in caso di richiesta di sequestro da parte della magistratura. http://www.cifo.eu/news/sequestri-di-documenti-storico-postali-ecco-come-comportarsi/

Sabato 20 maggio, il Gruppo durante il Convegno di Veronafil, organizza una riunione con i rappresentanti delle Associazioni di categoria: FSFI, ANPF, APFIP, USFI al fine di promuovere l’azione di diffida in modo congiunto. Le associazione di categoria nonostante l’enunciato assenso di portatori di interessi istituzionali all’iniziativa, si mostrano non disponibili e propongono venga prima chiesto un incontro con il Direttore Generale degli Archivi di Stato, dr. Gino Famiglietti, alla ricerca di un possibile punto d’incontro, in assenza del quale anziché una diffida la proposta è quella di passare a formali denunce.

BuffagniRoma20170614


Il 14 giugno, a Roma Giuseppe Buffagni, Paolo Gazzera, Giovanni Valentinotti ed il Sen. Carlo Amedeo Giovanardi, rilasciano un intervista sulla situazione sequestri di materiale Storico Postale, che passa sulle rete locali, per accedere al video clicca qui sul link qui di seguito https://www.youtube.com/watch?v=gEFTpFKDjPA&sns=em
E per accedere al resoconto di Giuseppe Buffagni dell’incontro, clicca QUI







MiBACT20170718Il giorno 18 luglio, a Roma presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) il dr. Avv. Gino Famiglietti, Direttore Generale degli Archivi, accompagnato dalla Dr.ssa Micaela Procaccia ed il dr. Mauro Tosti Croce, hanno incontrato una delegazione formata dal Senatore Carlo Amedeo Giovanardi – Presidente dell’Associazione degli Amici della Filatelia della Camera e Senato della Repubblica Italiana, Emilio Simonazzi in rappresentanza della Federazione tra le Società Filateliche Italiane, Andrea Mulinacci – Vicepresidente ed il consigliere Carlo Catelani per Associazione Nazionale Professionisti Filatelici, Silvano Sorani – Presidente e Manuela Sorani in rappresentanza dell’Associazione Periti Filatelici Italiani Professionisti, e Giuseppe Buffagni, Claudio Ernesto Manzati e Giovanni Valentinotti in rappresentanza del Gruppo di Modena.

Per leggere il resoconto dell’incontro clicca QUI e di seguito il punto di vista di Fabio Bonacina Presidente dell’USFI Allegato 1 quello di Giuseppe Buffagli Coordinatore del Gruppo Spontaneo di Modena Allegato 2, quello di Piero Macrelli Presidente FSFI Allegato 3 , quello di Claudio Ernesto Manzati Presidente CIFO Allegato 4, ed infine quello di Giovanni Valentinotti, Commerciante e Presidente Associazione Archeologica di Lugo Allegato 5

Per dovere di cronaca segnaliamo che manca il comunicato di Sebastiano Cilio – Presidente dell’Associazione Nazionale Professionisti Filatelici e quello di Silvano Sorani – Presidente dell’Associazione Periti Filatelici Italiani Professionisti in quanto non pervenuti alla redazione.

L’incontro mette in evidenza la volontà da parte del Dr. Gino Famiglietti di ascoltare le ragioni della delegazione partendo dall’assunto che i Francobolli, le buste , gli involucri e le lettere con contenuto irrilevante “non sono di interesse per le soprintendenze”…. A fronte della nostra denuncia dei comportamenti opposti messi in atto nei confronti dei commercianti incriminati di ricettazione e nel caso Gazzera condannati per materiali dichiarati in quella sede NON DI INTERESSE il Dott. Famiglietti ha convenuto nella necessità di promulgare una Circolare di chiarimento e di indirizzo comportamentale per gli archivisti e sovraintendenti , offrendo alla nostra delegazione la possibilità di avere il testo in anteprima onde poter eventualmente proporre osservazioni entro la fine di settembre p.v..

La nostra delegazione ha chiesto in modo formale che stante l’attuale confusione di comportamenti difformi da Regione e Regione dei funzionari pubblici si proceda in via amministrativa per acquisire eventuali elementi conoscitivi invece di operare con sequestri ed procedure giudiziarie che creano grave danno economico allo Stato (vedi sentenza Gazzera con 53 pagine di testo, 3/4 sequestri e perquisizioni per un valore di 204 euro dei materiali incriminati) ed hai privati che anche in caso di assoluzione devono coprire di tasca propria le spese di parte.

La delegazione ha evidenziato come i Collezionisti abbiano, attraverso il loro impegno salvaguardato il patrimonio Storico Postale d’Italia e siano disponibili a collaborare con il MiBACT per la tutela di questo patrimonio.

Nei giorni successivi, vi è stato un fitto scambio di email tra appartenenti al Gruppo di Modena e le Associazioni di categoria, conseguenza del quale il Gruppo di Modena ha deciso di promuove un incontro a Verona il 28 luglio per trovare un punto di convergenze tra le differenti posizioni, definire un piano concreto di azione e darsi una struttura organizzativa su come proseguire.

FilItalia




Nel frattempo Danilo Bogoni pubblica un suo articolo sull’argomento dal titolo “Caccia alle streghe: questa la ricompensa per chi colleziona” su il N° 103 fil-ITALIA – THE OFFICIAL JOURNAL OF THE ITALY & COLONIES STUDY CIRCLE – Volume XLIII, no. 3 Summer 2017

Scarica il pdf dell’articolo tradotto in italiano cliccando BogoniFil-Italia201707
e l’intera rivista in inglese cliccando QUI






2. CHI NE FA PARTE

● Giuseppe Buffagni - Collezionista e Storico Postale del Ducato di Modena
● Lorenzo Carra – Collezionista, scrittore e storico postale
● Adriano Cattani – Collezionista, Direttore del Bollettino Prefilatelico e Storico Postale , Direttore del Museo dei Tasso e della Storia Postale
● Enrico Dallara – Collezionista e Organizzatore del Club di Borgotaro
● Carlo Amedeo Giovanardi – Collezionista e Presidente dell’Associazione degli Amici della Filatelia della Camera e Senato della Repubblica Italiana
● Claudio Ernesto Manzati – Collezionista e Presidente del CIFO (Collezionisti Italiani di Francobolli Ordinari)
● Thomas Mathà – Collezionista e Presidente. AIEP (International Association of Philatelic Experts
● Roberto Monticini – Collezionista e Direttore de “Il Postalista”
● Gaetano Romeo – Collezionista, Generale di Corpo d’Armata, già Comandante dell’Accademia di Modena
● Imer Rovati – Collezionista e Presidente del Circolo Filatelico Numismatico di Modena
● Paolo Vaccari– Collezionista, Perito Filatelico, Commerciante ed Editore Filatelico.
● Giovanni Valentinotti – Collezionista e Commerciante di Storia Postale e Presidente del Associazione Archeologica di Lugo
● Paolo Gazzera – Collezionista e Commerciante di Storia Postale
● Liliano Lamberti – Collezionista
● Mirko Mascagni – Collezionista
● Flavio Pini – Collezionista
● Franco Laurenti – Collezionista e Presidente del Circolo Filatelico Numismatico di Bologna
● Nicola Luciano Cipriani – Collezionista e Perito Filatelico
● Rocco Cassandri – Pubblicista e Collezionista
● Piero Bartoloni – Collezionista
● Giorgio Migliavacca – Collezionista, Storico Postale ed Editore de “The Italy & Colonies Studies”
● Francesco Gagliardi – Collezionista e studioso di Storia Postale
● Giuliano Padrin – Collezionista e studioso di Storia Postale

Il gruppo è aperto a chiunque ne voglia fare parte